Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

4 cose che non bisognerebbe mai fare se si viene morsi da una zecca

Se in estate ti piace stare all’aperto, probabilmente sai che sarebbe meglio controllare il proprio corpo in cerca di zecche quando si torna a casa.

Le zecche si nutrono affondando i denti negli esseri umani o negli animali e ogni estate bevono il nostro sangue. Nonostante siano piccolissime possono essere piuttosto pericolose.

Per proteggersi al meglio, si può utilizzare un repellente per insetti e tenere il corpo completamente coperto. Non importa quanto ci si prepara però, perché c’è sempre la possibilità di essere morsi.

Perciò, se si viene morsi da una zecca, è importante sapere cosa fare per rimuoverla in tutta sicurezza.

MaxPixel

1. Utilizzare pinzette dalla punta fine

Per rimuovere correttamente una zecca c’è bisogno dello strumento adatto. Le pinzette dalla punta fine ti permetteranno di essere preciso e rimuoverla senza che si spezzi.

2. Prendere la zecca il più vicino possibile alla pelle

Le zecche si attaccano alla pelle con la bocca ed è molto importante prenderle il più vicino possibile a quest’ultima. Assicurati di non stringerle troppo forte o un fluido tossico potrebbe entrarti nella ferita.

3. Tirare con mano ferma

Una volta stretta bene la zecca, bisogna liberarsene. Tirare direttamente dalla pelle con mano ferma. Non ruotarla né strattonarla o si potrebbe tirare fuori solo il corpo lasciando la testa nella pelle. Se dovesse succedere, rimuoverne la testa con le pinzette.

4. Lavarsi le mani

Lavati le mani scrupolosamente. Sapone e acqua calda sono sufficienti, scrive il CDC.

5. Uccidere la zecca

Ti senti sollevato dopo aver rimosso la zecca dal tuo corpo? Allora è il momento di assicurarti che non faccia del male a nessun altro.

Se schiacciarla sembra troppo disgustoso, si può buttare nel water e tirare lo sciacquone. Oppure si può bruciare. Se si sospetta che possa portare delle malattie però, è meglio tenerla in un sacchetto di plastica dopo averla uccisa così che i dottori possano esaminarla e capire se si è stati esposti a qualche malattia, scrive il WebMd.

Wikimedia Commons

6. In seguito, controllare i propri sintomi

Se ti viene la febbre dopo essere stato morso da una zecca, visita il medico.

Fai attenzione all’area del morso, una settimana o più dopo potrebbe venirti uno sfogo. Se lo sfogo si ingrandisce, consultare il medico, scrive Mayo Clinic.

Se ti viene febbre o mal di testa, se hai la nausea o stanchezza, dolore alle articolazioni o ai muscoli o paralisi facciali, contatta il tuo medico.

Wikimedia Commons

Cosa NON fare se si viene morsi da una zecca

1. Bruciarla

Non rimuovere mai una zecca bruciandola. Il New York Times scrive che questa operazione potrebbe esporre al rischio di infezioni. In più si rischia di bruciarsi.

2. Verniciarla

Alcune persone suggeriscono di “verniciare” la zecca con smalto per unghie o vasellina. Se vuoi liberarti il prima possibile della zecca, non aspettare che se ne vada da sola, segui i consigli qui sopra.

3. Affogarla

Affogare la zecca con l’alcol è un’altra cattiva idea. La zecca con questa operazione non muore subito perciò si rimane esposti al rischio d’infezione più a lungo.

4. Ruotarla

Ricorda di toglierla tirando con mano ferma e senza ruotarla. Ruotarla aumenterebbe la possibilità che la parte della bocca si spezzi e rimanga nel nostro corpo. La testa è molto piccola e potrebbe essere molto difficile rimuoverla se non si sa bene cosa fare.

Pixabay

Per favore condividi questo articolo con tutti i tuoi amici così che anche loro sappiano cosa fare se questa estate vengono morsi da una zecca!