Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Donna incinta fa una foto ala tigre – ma la sua reazione quando vede il suo pancione è qualcosa che non hai mai visto

Non si dovrebbe mai sottovalutare la capacità degli animali di sentire le cose. Molte volte sono meglio di noi esseri umani.

Un esempio è quando Brittany Smith-Osborne stava fotografando una tigre in un parco in Indiana.

Noi crediamo che gli animali selvatici devono vagare liberi. Molti animali vivono attualmente negli zoo per vari motivi. Ci auguriamo che essi ricevano il miglior trattamento possibile, ma purtroppo varia da parco a parco.

In ogni caso, questa tigre che vive nello zoo di Potawatomi a South Bend, Indiana, sembra avere un sacco di amore da dare. Quando Brittany Smith-Osborne ed i suoi amici hanno visitato lo zoo, Brittany nel disperato tentativo di fare una foto insieme con la tigre, mentre si raddrizzava per scattare una foto, i suoi amici hanno notato che la tigre si è concentrata molto sul ventre invece che su di lei. Dopo un po ‘, uno dei suoi amici ha detto: “Pensi che lei sappia che sei incinta?”

Strofina il pancione
Non potevano passare sopra a quanto la tigre era interessata alla pancia di  Brittany.  Brittany ha deciso di stare in piedi accanto al vetro. Date un’occhiata a ciò che la tigre ha fatto.

Poi  Brittany ha mostrato alla tigre la foto che era sul suo telefono cellulare. La tigre sembrava interessata da quello che c’era nella foto.

Visto da oltre 5 milioni di persone

Brittany ed i suoi amici pensavano che il momento era così toccante che hanno girato e inviato la clip a YouTube. Il video ha ricevuto più di 5 milioni di visualizzazioni da parte di persone che sono affascinata da quello che potrebbe aver sentito la tigre.

Ci sono molti che erano scettici circa la reazione della tigre. Ma noi pensiamo che stanno sottovalutando la capacità degli animali di sentire, così come i loro forti istinti parentali. Condividi questa storia se pensi anche tu che gli animali sono intelligenti e sensibili.

 

Leggi di più su...