Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Famiglia trova un gatto abbandonato – poi si accorge che non è un gatto qualunque

Questa storia del 2016 è troppo adorabile per non essere condivisa. Un piccolissimo gattino neonato è stato visto vagare per strada da solo in Thailandia. La famiglia che viveva nella zona si stava godendo la serata quando ha visto il piccolo gattino sulla strada.

Dopo averlo guardato meglio, la famiglia ha capito che non si trattava di un gatto qualunque – non assomigliava a nessuno degli altri gatti che avevano visto. La famiglia ha deciso di telefonare al Wildlife Friends Foundation Thailand (WFFT), un’organizzazione per animali, che presto li ha raggiunti per dare un’occhiata all’animale.

Dopo un attento esame, l’organizzazione ha concluso che si trattava di un gatto pescatore – uno speciale tipo di gatto sull’orlo dell’estinzione.

Questo “gatto selvatico” può crescere fino a diventare due volte un gatto normale ed è appassionato della vita marina. Infatti questi gatti cacciano e mangiano pesce e da qui deriva il loro nome.

Stando a quanto dice Wikipedia, il “gatto pescatore (Prionailurus viverrinus) è un gatto selvatico di taglia media proveniente dal sud e sud-est dell’Asia. Dal 2016 è elencato come Vulnerabile dallo IUCn Red List. I gatti pescatori sono minacciati dalla distruzione dei terreni acquitrinosi e nell’ultima decade sono diminuiti gravemente. I gatti pescatori vivono perlopiù nella vicinanza di acquitrini, lungo i fiumi, i torrenti, i laghi, nelle paludi e nelle mangrovie.”

WFFT ha scoperto che il gattino era nato solo da poche ore quando la famiglia lo ha trovato. Gli specialisti dell’organizzazione sono rimasti perplessi per come la madre abbia potuto abbandonarlo in quel modo – una cosa inusuale per la sua razza.

La famiglia si era affezionata al gattino e gli è stato permesso di tenerlo per un periodo di prova. Lo hanno chiamato Simba. Era chiaro che il gatto si sentisse molto attaccato a loro.

La famiglia ha sempre tenuto sotto controllo la zona sperando di veder tornare la madre e pensavano sarebbe successo da un momento all’altro, così che riprendesse il suo cucciolo.

Sfortunatamente però non è mai successo.

Simba è stato nutrito con latte dalla famiglia ed è cresciuto diventando un bellissimo gatto pescatore.

Fortunatamente è ancora vivo ed è molto importante che continui a crescere.

Stando a quanto dice il WFFT, “la caccia di frodo e l’uccisione retribuita sono le maggiori cause dell’84% di mortalità dei gatti pescatori in Thailandia.”

Perciò non solo è stato un miracolo che Simba sia stato salvato e che sia sopravvissuto – ma la sua vita è importantissima per l’esistenza della sua razza.

Qui c’è un video sul salvataggio di altri gatti. Non sono gatti pescatori ma sono comunque dolcissimi:

 

Gli animali sono essere viventi proprio come noi e la loro esistenza è molto importante per far sì che madre natura continui a prosperare. Per favore condividi questa storia se sei d’accordo!