Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Fotografo cattura in video un raro alce bianco

Hans Nilsson, 57 anni, ha a lungo sognato di filmare un alce bianco.

Poi un venerdì il suo sogno è diventato realtà.

“Sono stato in un Safari in Africa, ma questo prova che non bisogna viaggiare poi così lontano per vedere qualcosa di esotico in natura,” ha raccontato al giornale svedese NWT.

 

Hans Nilsson, svedese, sapeva che nel suo paese vive un alce bianco. È un amante della natura ed ha a lungo sperato di vedere quella creatura maestosa. Alla fine ha avuto la sua chance.

L’alce è improvvisamente comparso sulla strada e Hans e molti altri automobilisti si sono fermati a guardarlo; era difficile però scattargli una bella foto, ha detto al NWT.

Lui però non si è arreso. Il giorno seguente è uscito con la sua videocamera per tentare di riprenderlo.

Improvvisamente l’alce è comparso a pochi metri da lui.

“È stata una bellissima esperienza. L’alce ha mangiato per circa 20 minuti prima di scendere verso un torrente e attraversarlo. È lì che ho iniziato a filmarlo,” ha detto al NWT.

Hans ha pubblicato il video su Facebook ed è diventato virale.

“Ho pensato che alla fine sarebbe sceso in strada, così ho controllato per quanto avrei dovuto guidare. Non si sa mai come potrebbe agire un animale selvatico. Quando ha finito di mangiare è andato di nuovo verso l’acqua, poi è salito dall’altra parte ed è tornato nel bosco,” ha raccontato al giornale svedese Expressen.

تم نشره بواسطة ‏‎Hans Nilsson‎‏ في 12 أغسطس، 2017

 

Hans ha parlato con qualcuno della zona che conosce meglio l’alce e ha scoperto che ha circa 8 anni e che c’è una storia su di lui.

“Anche sua madre era bianca e l’ha avuto quando aveva più o meno 17 anni. È morta quando lui aveva più o meno un anno. Quell’inverno l’alce bianco è stato aiutato da un contadino locale,” ha detto.

Guarda il magico video qui:

 

Sei rimasto affascinato anche tu da questa stupenda creatura? Per favore condividi così che lo possano vedere più persone!

 

 

Leggi di più su...