Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

L’orso Caesar è stato imprigionato per anni con una giacca da tortura di metallo intorno al suo corpo – guarda quando viene finalmente liberato

Non smetto mai di chiedermi come possano esserci tante persone crudeli che torturano animali innocenti. Come possono accadere ancora queste cose?

La storia dell’orso Caesar è un esempio tipico delle cose orribili a cui mi riferisco.

La prima parte della vita di questo povero orso è stata letteralmente un inferno. Caesar è cresciuto in una fattoria in Cina, dove è stato costretto a indossare una stretta “giacca da tortura” fatta di metallo. Viveva in una piccola stanza senza finestre e senza alcuno spazio per muoversi.

Sembrava destinato a vivere nell’oscurità – ma alla fine del tunnel, c’era la luce anche per questo povero orso.

 

Oltre alla sua “giacca di tortura metallica” e alla prigionia, Caesar aveva anche una ferita aperta sul lato del corpo.

La ferita è stata intenzionalmente inflitta per estrarre la bile dalla sua cistifellea. Ti starai chiedendo perché qualcuno ha inflitto un tale dolore alla cistifellea di un orso innocente?

La bile dell’orso viene utilizzata per la produzione di una certa medicina tradizionale cinese. Purtroppo, questa è una pratica molto comune in Cina.

“Caesar è arrivato nel 2004, dopo anni trascorsi intrappolato in una “giacca di tortura metallica” – una tortura inflitta solo per estrarre la sua bile”, scrive l’organizzazione Animal Asia, che ha salvato Caesar dal suo incubo.

Caesar era uno dei molti orsi fortunati che l’organizzazione è riuscita a salvare da una lunga vita di tortura, dolore e miseria. Sono passati anni da quando l’hanno salvato e adesso vive libero e felice in mezzo alla natura nella zona del Chengdu. Ecco cosa dice oggi Animal Asia a proposito della sua storia:

“Vedendo la sua vita oggi – circa una dozzina di anni dopo il suo salvataggio – è difficile immaginare come abbia vissuto per anni. Siamo onorati di essere stati in grado di fornirgli una vita migliore e guardarlo adesso, mentre vive felice nel suo ambiente naturale, è un grande orgoglio per noi”.

È bello vedere questo dolce orso che sguazza in libertà nell’acqua dopo tutte le sofferenze che ha attraversato.

Quando fu trovato per la prima volta, Caesar aveva perso quasi tutta la sua pelliccia ed era molto debole. Guardalo com’è adesso nel video qui sotto!

“Questo incredibile filmato mostra la sua magnifica pelliccia completamente rigenerata e la sua salute ritrovata: adesso pesa 300 chilogrammi, come ogno orso adulto della sua specie”, dice Animal Asia.

Anche se la storia di Caesar ha avuto un lieto fine, è importante ricordare quanto lavoro resta ancora da fare per mettere fine a questa crudeltà e tortura sugli animali. In Cina, si stima che ci siano circa 10.000 orsi tenuti imprigionati per lo stesso motivo. Speriamo che la storia di Caesar possa portare alla conoscenza di tutti questa terribile pratica e unire gli amanti degli animali per combattere questo tipo di tortura.

Nessun animale merita di essere trattato in questo modo. Sul sito web di Animal Asia, puoi effettuare una donazione per aiutarli a continuare con il loro meraviglioso lavoro. Aiutaci a condividere questa storia perché più persone possibile siano al corrente dell’inaccettabile e terribile situazione degli orsi in Cina.

 

Leggi di più su...