Serpente gigante sull’autostrada – un uomo ferma il traffico e rischia la vita per salvarlo

Non si vede tutti i giorni un serpente gigante che tenta di attraversare l’autostrada.

I guidatori di Porto Velho, in Brasile, sono stati costretti a rallentare e sono rimasti scioccati nel vedere un enorme serpente che strisciava per attraversare l’autostrada.

L’anaconda aveva scelto un tragitto pericoloso solo per raggiungere la foresta dall’altro lato della strada.

Quella vista incredibile ha costretto le persone a scendere dai loro veicoli e stare a guardare. Poi un uomo ha deciso di aiutare il serpente e per farlo ha rischiato la sua vita.

“È stato bellissimo da vedere,” ha detto Italo Nascimento Fernandes a The Dodo.

Facebook

“Abbiamo deciso di fermarci e scendere dall’auto,” ha detto Fernandes a The Dodo.

“Nessun cartello dice alle auto di fermarsi in caso di serpente in strada. A me è già capitato di vederne e non fermarsi sarebbe un crimine.”

Fernandes ha deciso di non poter rimanere semplicemente a guardare, perciò è sceso dall’auto e ha tentato di fermare gli altri veicoli per proteggere il serpente.

Per fortuna anche gli altri guidatori volevano aiutare, perciò non era il solo a voler proteggere la creatura.

Facebook

Elogi agli eroi degli animali

Ora Fernandes vuole omaggiare tutti gli eroi degli animali che hanno mostrato rispetto per il serpente. Grazie alle loro azioni il serpente è potuto tornare al suo habitat.

“Non tutti proteggono gli animali così. Alcune persone preferiscono vederli morti,” ha detto Fernandes. “Vedere tutte quelle persone aiutare invece è stata una sensazione bellissima.”

Facebook

Il gruppo è stato elogiato dal biologo Flavio Terassini. Parlando con G1 Globo, ha stimato che il serpente avesse circa 10 anni.

“Hanno fatto davvero un ottimo lavoro a fermare il traffico per non farlo schiacciare,” ha aggiunto.

Grazie agli eroi che hanno salvato questa creatura magnifica.

Nel video qui sotto potete vederli in azione. Non dimenticate di condividere con tutti quelli che conoscete!