Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

5 cose assolutamente da non fare quando cucini il pollo

A me piace moltissimo il pollo, potrei mangiarlo tutti i giorni, ma solo di recente ho imparato a cucinarlo come si deve in modo che sia succoso e saporito.

Non l’ho comprato per molto tempo perché non riuscivo mai a cucinarlo bene. A volte rimaneva rosa all’interno altre volte invece era troppo secco.

Dopo aver ricevuto degli ottimi consigli da uno chef, mi cucino il pollo quasi tutti i giorni ed è buonissimo.

Ci sono tantissime ottime ricette tra cui scegliere su internet, inoltre il pollo è anche un’alternativa salutare ed economica alla carne rossa.

Ho deciso quindi di condividere con tutti voi ciò che so sul modo di “cucinare il pollo”. Seguite questi semplici trucchetti e vi assicuro che non mangerete mai più pollo secco.

 

Pexels

1. Scongelare a temperatura ambiente

Dimenticate ciò che vi hanno sempre detto, ovvero che “il pollo non va mai scongelato a temperatura ambiente”.

Prendete il pollo e mettetelo a scongelare in frigorifero la notte prima di mangiarlo, così ridurrete il rischio di salmonella e qualsiasi altro batterio.

2. Troppe spezie o troppo poche?

Il pollo ha un sapore piuttosto leggero, perciò è importante condirlo con erbe e spezie.

Sale e pepe sono essenziali ma ci sono tantissimi altri sapori da poter aggiungere mentre lo si cucina. Per il petto o le cosce consiglierei la marinatura in salsa di soia, miele e aglio. Il risultato è delizioso.

3. Girarlo

Se stai friggendo il pollo in padella, è importante farlo friggere per bene senza girarlo troppo spesso. Così facendo avrà una superficie dorata e croccante.

Un altro consiglio è non coprire mai più dei due terzi del pollo quando si frigge, perché se lo fate finirete per bollirlo invece che friggerlo.

4. Rimuovere pelle e ossi prima di cuocerlo

Anche questo è sbagliatissimo! Pelle e ossi migliorano il sapore finale di tutto il pollo – la maggior parte dei brodi di pollo sono fatti utilizzando solo pelle e ossi.

Gli ossi sono ottimi per insaporire zuppe e brodi, mentre la pelle è ottima da lasciare sul pollo quando lo si arrostisce al forno. Spesso è la pelle a renderlo succoso, perciò se non vi piace, toglietela solo dopo averlo cotto.

5. I termometri funzionano davvero?

Sì! Come ben sappiamo, il pollo si secca facilmente quando cuoce quindi è molto comodo usare un termometro quando lo si prepara.

In questo modo è quasi impossibile fallire.

La temperatura interna del petto di pollo dovrebbe essere circa 60°C, mentre le cosce invece hanno bisogno di una temperatura di circa 80°, perché la carne è un po’ più scura.

Quando si cuoce in forno un pollo intero è meglio staccare il petto e rimuoverlo una volta raggiunta la sua temperatura e lasciare cosce e tutto il resto a finire di cuocere. Così i petti non si seccheranno!

Wikimedia Commons

Ora che sapete questi 5 consigli non avete più scuse per non cucinarlo!

Per favore condividi questo articolo con tutti i tuoi amici che amano il pollo!

 

Leggi di più su...