Adolescente muore dopo aver salvato la madre da aggressione sessuale – inviamogli preghiere

Un ragazzo russo ha difeso sua madre da un uomo che ha cercato di stuprarla e in seguito è morto a causa delle ferite riportate, ha scritto Metro.

Vanya Krapivin, 15 anni, è riuscito a salvare sua madre dall’aggressione ma nel farlo è rimasto gravemente ferito alla testa.

Sky News ha raccontato che Vanya è tornato a casa da scuola a Severodvinsk, nel nord ovest della Russia, e ha trovato il vicino di casa trentasettenne Roman Pronin che stava cercando di stuprare sua madre.

This just breaks your heart. What a hero ❤️

Posted by Metro on Thursday, 6 December 2018

 

Dopo aver visto l’aggressione, Vanya ha preso un manubrio da palestra da 3 kg e ha colpito Pronin. L’uomo però è riuscito a toglierglielo dalle mani e lo ha colpito a sua volta prima di fuggire.

Madre e figlio sono stati trovati svenuti dai vicini di casa che hanno sentito il litigio. Vanya dopo essere stato colpito in testa col peso è entrato in coma, sua madre invece è stata accoltellata 27 volte.

In seguito all’incidente i chirurghi hanno dovuto rimuovere una parte del cervello di Vanya. È rimasto in coma per 9 mesi. Poi ha iniziato a riconoscere l’infermiera e a mangiare cibi liquidi ma, stando a quanto detto da un sito web russo, sua madre non gli ha fatto visita per un po’ di tempo.

Dopo le critiche, la madre ha dichiarato di non essere riuscita ad andare a trovarlo perché si sentiva in colpa per quello che gli era successo.

Sembra che Vanya sarebbe dovuto andare in Spagna per poter procedere con la guarigione, ma purtroppo ha preso l’influenza e non ce l’ha fatta.

La polizia russa sta investigando sul perché Pronin, un uomo accusato di omicidio e uscito di prigione, abbia avuto il permesso di vivere vicino a dei bambini.

L’uomo di 37 anni ha rischiato 14 anni di prigione per tentato omicidio nel 2017, ora invece affronterà un’accusa di omicidio per la morte di Vanya.

Una storia terribilmente triste. Dobbiamo fare in modo che il coraggio di Vanya non venga dimenticato.

Condividete l’articolo come omaggio a questo ragazzo e inviategli le vostre preghiere.