Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Autista vede un bambino piangere sull’autobus: quando scopre perché agisce subito

Se tutti quanti facessimo una breve pausa dagli impegni della nostra vita il mondo sarebbe un posto migliore. Dopo tutto, potremmo vedere qualcuno che ha bisogno di aiuto e riuscire ad aiutarlo. Proprio come ha fatto questo autista di autobus di 52 anni, John Lunceford…

John Lunceford è un autista di autobus di Kennewick, Washington, in cui gli inverni sono piuttosto freddi.

Tutti i giorni John guida lo scuolabus e guarda i bambini entrare a scuola. In inverno è importante che i genitori si assicurino di coprire bene i propri figli facendogli indossare giacche calde e pesanti, capelli o berretti e guanti così che non congelino. Sfortunatamente però non tutte le famiglie riescono a farlo.

Facebook/Kennewick School District

Un giorno un bambino è salito sul bus di John. Piangeva, aveva mani e orecchie rosse e non indossava né guanti né cappello. John ha capito di dover fare qualcosa.

Senza perdere tempo, si è seduto vicino al bambino, si è tolto i guanti e glieli ha dati, dicendogli che sarebbe andato tutto bene. Poi ha capito di dover fare ancora di più.

In inverno nessun bambino dovrebbe essere costretto ad avere freddo e l’autista ha deciso che avrebbe fatto la cosa giusta.

Shutterstock

È andato al negozio

Dopo aver accompagnato a scuola i bambini è andato dritto in un negozio ed ha comprato 10 cappelli e 10 paia di guanti. Poi è tornato a scuola e li ha dati al bambino e ad altri bambini che ne avevano bisogno.

“Io sono un nonno. Nessuno vorrebbe che un bambino soffrisse così,” ha spiegato John nella pagina Facebook della scuola.

Il bambino e i suoi genitori sono rimasti sopraffatti dal suo gentile gesto e così anche la scuola, che ha deciso di rendergli omaggio tramite Facebook. Il post si è diffuso in un lampo ed è piaciuto a più di 18.000 persone che lo hanno condiviso e commentato.

Shutterstock

Con il suo gesto, John ha reso il mondo un po’ più caloroso. Per lui non è stato un grande problema, ed ha ricevuto in cambio l’affetto di migliaia di persone che ha reso felici.

John è un vero eroe e dobbiamo elogiarlo per questo. Per favore condividi l’articolo e aiutaci a far sapere a più persone di questo buon gesto.