Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Bambina di 6 anni grida dal sedile posteriore: ora la mamma avverte tutti di questo pericolo mortale

Per me la cosa più importante al mondo è la sicurezza dei miei figli. Quando la famiglia sale in macchina controllo più e più volte che tutti siano seduti per bene e abbiano la cintura allacciata.

È esattamente come ha agito il marito di Shelly Martin quando ha messo la loro bambina Samantha di 6 anni nel sedile posteriore dell’auto. Solo pochi minuti dopo però è stato costretto a fare una telefonata orribile a sua moglie…

Ora Shelly vuole avvertire altri genitori su ciò che può succedere se si seguono ciecamente i consigli sulle cinture di sicurezza.

Questo è un messaggio molto importante. Per favore aiutaci a condividerlo così che tutti i genitori conoscano i pericoli.

L’automobile su cui viaggiavano Samantha e suo padre ha improvvisamente sbandato e si è schiantata contro un albero poco distante. L’impatto è stato così potente che la cintura indossata da Samantha le ha squarciato lo stomaco.

Suo padre è riuscito ad uscire dall’auto e a telefonare a sua moglie. Shelly era in shock e ha detto che non dimenticherà mai quel momento. La loro bambina era gravemente ferita alla pancia.

GoFundMe

“Le usciva l’intestino sulla sinistra,” ha raccontato Shelly a CBS News.

Non è insolito che un bambino di 6 anni sieda in macchina senza il seggiolino. In Virginia dove vive la famiglia a dire la verità è consigliato. Ma Shelly è convinta che le ferite di sua figlia non sarebbero state così brutte se avesse avuto il seggiolino.

GoFundMe

“Non si sarebbe fatta così male se fosse stata seduta sul seggiolino,” ha detto.

Vuole dare un messaggio a tutti i genitori che viaggiano in macchina con i loro figli.

“Non pensate che siccome i vostri bambini hanno già 7 o 8 anni siano troppo grandi per il seggiolino… perché non lo sono!” ha detto a CBS News.

Flickr

Durante l’incidente Samantha si è ferita anche alla testa e al collo ma è guarita da tutti i danni riportati. Ovviamente soffre ancora di alcuni effetti a lungo termine e vede uno psicologo per superare lo stress post traumatico.

La famiglia descrive come a volte si siano sentiti inermi, ma dice che condividere questo messaggio con altri genitori da loro la forza.

“Se possiamo aiutare a salvare la vita di un altro bambino diffondendo queste informazioni, almeno possiamo trarre qualcosa di buono da ciò che è successo,” ha detto Shelly.

Shelly Martin e suo marito hanno quasi perso la loro bambina perché hanno ascoltato i consigli del loro stato riguardo i seggiolini. Ora vogliono prevenire che altre persone soffrano come hanno sofferto loro.

Condividi questa storia per aiutare altri genitori a prevenire che i loro bambini si facciano male.