Bambina di 5 anni chiama i soccorsi credendo di parlare col padre: “Papà, la mamma non respira” – le salva la vita

La maggior parte degli operatori che lavorano per i servizi di emergenza nella loro carriera hanno sentito anche scherzi telefonici. Ma anche quando sospettano che qualcuno abbia sbagliato o che stia facendo uno scherzo, dovrebbero prendere sul serio la questione perché potrebbero esserci persone in pericolo.


Quando un operatore negli Stati Uniti ha risposto a una chiamata, ha capito subito che la bambina credeva di parlare con il papà.

Nonostante questo, ha scelto di non spiegarle che non si trattava del papà. Anzi, ha ascoltato quello che la piccola diceva e ha inviato subito aiuto, come riportato da Inside Edition.


Capita che i bambini interpretino male cosa è un’emergenza e cosa no. Pertanto, capita anche che i servizi d’emergenza inviino i soccorsi quando non ce n’è bisogno. Ma ogni caso “non necessario” vale la pena se c’è anche una sola possibilità di salvare la vita di una persona, o almeno questo è ciò che pensava l’operatore di questa storia.

“La mamma non respira”


“Papà, la mamma non respira,” ha detto la bambina all’operatore.

YouTube

Operatore: “Non respira.”


Bambina: “Sì, adesso non può parlare.”

Operatore: “Ok. Non può parlare?”


Bambina: “No.”

Operatore: “Puoi aprire la porta d’ingresso così che io possa aiutarti?”


Bambina: “Va bene.”

Operatore: “Ok, allora apri la porta. Io sto arrivando.”


La piccola Chloe credeva ancora di essere al telefono con il papà.


Bambina: “Ti voglio bene. Ciao.”

Operatore: “Ciao.”


L’operatore ha inviato subito un’ambulanza all’indirizzo da cui proveniva la telefonata.

Aveva le patatine in gola


Quando sono arrivati i soccorsi, la mamma della bambina era riuscita a liberare le vie respiratorie e ha potuto raccontare quanto successo.

Kerry Olson aveva le vie respiratorie ostruite da delle patatine e stava tossendo. Le patatine non si staccavano e Kerry faceva sempre più fatica a respirare. La bambina era nel panico e ha preso il telefono.


La cosa che ha colpito di più i soccorritori arrivati sul posto, è che la piccola ha solo 5 anni ma sapeva già cosa fare in case di emergenza. Non solo ha chiamato il numero giusto, ma è stata anche molto veloce.

In seguito, la piccola Chloe è stata elogiata per quanto fatto e i paramedici hanno detto a Kerry che può essere orgogliosa di sua figlia. Kerry si è anche scusata perché all’arrivo dei soccorritori era riuscita a liberare le vie respiratorie e stava bene.

Ora potete seguirci su Instagram, per tante foto, video e contenuti in più!