Bambino di 11 mesi caduto nell’acqua bollente purtroppo non ce l’ha fatta

Daniil Cherneko, il bambino di 11 mesi che lottava per la vita dopo essere caduto in un secchio di acqua bollente, purtroppo non ce l’ha fatta, ha rivelato The Sun.

La scorsa settimana è stato detto che il bambino ucraino era stato ricoverato a causa di ustioni molto gravi sull’80% del corpo.

Purtroppo i dottori non sono riusciti a salvarlo. Le sue condizioni erano critiche già dal momento dell’arrivo in ospedale.

Posted by Katherine Nozhevnikova on Monday, 18 March 2019

 

Parlando con The Sun poco dopo l’incidente, la mamma sconvolta Tetyana ha raccontato: “L’ho visto cadere nell’acqua. Sono subito corsa da lui e l’ho tirato fuori.

L’ho abbracciato e avvolto in un panno di cotone. Quando l’ho scoperto ho visto che si stava spellando.”

Daniil è stato subito portato all’ospedale di Odessa. Aveva ustioni sull’80% del corpo. Erano salve soltanto le dita, le dita dei piedi e la fronte.

Nonostante abbiano fatto il possibile, i dottori non sono riusciti a salvarlo. È morto a causa delle sue condizioni circa due settimane dopo essere stato ricoverato e due giorni dopo il suo primo compleanno.

“Dieci litri di acqua bollente e solo qualche secondo di distrazione della madre,” ha detto Katherine Nozhevnikova, volontaria di un’organizzazione di beneficenza locale.

“Il bambino è sopravvissuto per 11 giorni grazie alle persone che hanno donato fondi per curarlo. Purtroppo però lo abbiamo perso, mi dispiace moltissimo.”

Tetyana era assieme a suo figlio quando è morto.

I nostri pensieri vanno a questa mamma e a questa famiglia in lutto in questo momento così difficile. Perdere un bambino in queste circostanze è qualcosa a cui dovremmo pensare tutti.

Possiamo solo sperare che il dolore di questa madre sia affievolito dai ricordi che ha di suo figlio.

Condividete l’articolo su Facebook per inviare le vostre preghiere.