Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Bambino di 4 anni in fin di vita apre gli occhi e sussurra 4 parole

All’inizio, sembrava che Nolan, tre anni, soffrisse di una semplice congestione nasale. Ma tempo dopo la situazione è peggiorata.

Alla fine, i genitori del bambino, Ruth e Jonathan Scully, hanno ricevuto la notizia che i genitori di tutto il mondo non vorrebbero mai sentire: Nolan soffriva di rabdomiosarcoma, una forma rara e aggressiva di cancro.

Per 18 mesi, Nolan ha combattuto la malattia.

Con tanta forza, coraggio e positività. Ma nel febbraio del 2017, il coraggioso ragazzo cedette alla malattia.

A soli quattro anni, Nolan è mancato tra le braccia di sua madre.

Image Source: Facebook

Tuttavia, non è della lunga lotta di Nolan con il cancro che sua madre, Ruth Scully, ha voluto scrivere in uno straziante post su Facebook quanto della storia degli ultimi giorni di vita di suo figlio.

I medici di Nolan hanno spiegato che non era più possibile trattare la malattia del ragazzo e che tutto quello che potevano fare era cercare di non far soffrire Nolan mentre la sua condizione continuava a peggiorare.

Poi, durante il suo ultimo viaggio all’ospedale, Ruth Scully ha condiviso un momento con suo figlio che non dimenticherà mai.

Image Source: Facebook

Ruth Scully ha scritto su Facebook:

Mi sono seduta e ho messo la testa vicino a lui, abbiamo avuto la seguente conversazione:

Me: Poot, ti fa tanto male respirare ?

Nolan: bee… si.

Me: Ti fa tanto male amore mio ?

Nolan: (guardando giù) Si.

Me: Poot, è quasi finita. Non dovrai soffrire più.

Nolan: (Pura felicità) Veramente??!! Ma voglio per te, mamma!!

Image Source: Facebook

Me: No Poot!! E’ questo che stai facendo ?? Stai combattendo per la tua Mamma??

Nolan: Beh, CERTO!!

Me: Nolan Ray, qual è il lavoro della tua mamma ?

Nolan: Tenermi al SICURO! (Con un sorriso grande)

Image Source: Facebook

Me: Tesoro… Non posso più farlo qui. L’unico posto nel quale potrai essere al sicuro è il Paradiso. (Il mio cuore si è spezzato)

Nolan: Quindi… Andrò da solo in Paradiso e giocherò fino a quando non arriverai! Verrai, giusto?

Me: Certamente!! Non ti libererai di mamma tanto facilmente !!

Nolan: Grazie, Mamma!!! Andrò a giocare con Hunter, Brylee e Henry!!

Image Source: Facebook

Nei successivi giorni Nolan dormì quasi tutto il tempo.

I suoi genitori decisero di portarlo via per passare un’ultima notte a casa. Ma mentre i suoi genitori stavano prendendo la borsa, Nolan prese la mano di sua madre e disse che sarebbe stato meglio rimanere in ospedale.

” Il mio eroe di quattro anni stava cercando di rendermi le cose più facili”, scrisse Ruth Scully su Facebook.

Image Source: Facebook

Lei continua:

Circa alle 9:00 di sera mentre guardavamo YouTube a letto (Peppa Pig) chiesi a Nolan se potevo entrare in doccia, dato che non potendolo lasciare solo ed essendo a contatto continuamente con lui, era opportuno che mi lavassi spesso.

Ha detto: “Ummmm ok, mamma. Chiedi allo zio Chris di sedersi qui vicino a me, io mi metto qui così posso vederti.”

Mi affacciai dalla porta del bagno, e rivolgendomi a lui dissi: “Continua a guardare qui, Poot, sarò fuori in due secondi.”

Image Source: Facebook

Mi sorrise e io chiusi la porta del bagno. Mi hanno detto che nel momento in cui la porta della stanza da bagno ha fatto clic, ha chiuso gli occhi ed è caduto in un sonno profondo dal quale non si è più risvegliato.

Quando aprì la porta del bagno, tutta la famiglia stava circondando il suo letto e tutti si voltarono guardandomi con le lacrime agli occhi.

Hanno detto: “Ruth, è caduto in un sonno profondo, non può sentire niente”. Le sue respirazioni erano estremamente faticose. Il suo polmone destro era collassato e l’ossigenazione era scesa.

Image Source: Facebook

Corsi e mi buttai nel letto con lui, misi la mano sul lato destro del suo volto. Poi un evento miracoloso che non dimenticherò mai…

Il mio angelo fece un ampio respiro, aprì gli occhi, mi sorrise e disse: “Ti amo, mamma”, voltò la testa verso di me, e alle 11:54 Rollin Nolan Scully smise di respirare mentre cantavo “Tu sei il mio sole” al suo orecchio.

Image Source: Facebook

Questo bimbo ha avuto la forza di svegliarsi un’ultima volta, raccogliere le sue ultime forze per dire alla sua mamma che l’amava. Questa è la storia che ha già toccato milioni di cuori in tutto il mondo.

Non dimenticare mai di dire a tua madre quanto la ami. Se anche tu sei stato toccato da questa storia, per favore condividi così da contribuire a diffondere questo messaggio!

 

Leggi di più su...