“Bambino Pinocchio” preso in giro per il naso strano – non indovinerete mai com’è oggi, 8 anni dopo

Come genitori, è importante insegnare ai nostri figli che sono perfetti esattamente così come sono.


Ma quando fin dalla nascita si è molto particolari, potrebbe essere tutt’altro che semplice essere felici del proprio aspetto.


Quando Amy Poole aspettava suo figlio Ollie, i medici sapevano che il bambino era unico.


Proprio come tutti gli altri bambini, sarebbe stato il benvenuto al mondo con il suo aspetto e la sua personalità.


Ma già durante un’ecografia, i medici hanno stabilito che il bambino era tutt’altro che “normale”.


Dopo la nascita, la mamma Amy ha raccontato la sua incredibile storia e, in poco tempo, Ollie è stato soprannominato “Pinocchio”.


Ecco com’è oggi questo incredibile bambino.


Ci sono miliardi di persone al mondo, ma ognuno di noi è unico.


La nostra storia, le origini della nostra famiglia e la nostra personalità sono completamente unici, e ciò ci rende speciali fin dalla nascita in più di un modo.


Ma ci sono anche persone che scrivono la storia già ancora prima di nascere.


Com’è successo ad Amy Poole, che è finita sui giornali quando era ancora incinta.


Quando era di 20 settimane e stava facendo un’ecografia, le hanno detto che suo figlio era speciale, molto speciale.


Suo figlio infatti aveva del tessuto che cresceva in modo incontrollabile intorno al naso.


Ma nessuno poteva prepararla per l’aspetto che avrebbe avuto il bambino.

Soprannominato “Pinocchio”


Quando è nato, nel febbraio 2014 in un ospedale del Galles, il piccolo Ollie ha scioccato non solo i medici, ma anche mamma Amy.

“Quando mi hanno messo in braccio Ollie ero così sorpresa che non riuscivo quasi a parlare,” ha detto al Daily Mail nel 2015.


“Era molto piccolo, ma aveva il naso grosso come una pallina da golf.”


“All’inizio non sapevo come l’avrei superata. Ma sapevo che lo avrei amato indipendentemente dal suo aspetto.”

Il bambino è nato affetto da “encefalocele”. Si tratta di un’ernia cranica che ha fatto sì che il cervello crescesse attraverso un buco nel cranio fino al naso.


Si tratta di una patologia molto rara, infatti ad esempio negli Stati Uniti ogni anno nasce 1 solo bambino su 10.000 con questo problema.


Non importava cosa avrebbero detto amici, parenti o le persone in generale, e neanche le avversità che avrebbe dovuto affrontare. Amy avrebbe amato suo figlio più di ogni altra cosa.

Preso in giro online


Ma nel corso degli anni non è stato per nulla facile.


Amy ha sempre condiviso aggiornamenti e tante persone sui social hanno lasciato commenti spregevoli.

Ollie è stato preso in giro per il suo aspetto e chiamato Pinocchio a causa del suo naso.


Tante persone lo hanno chiamato brutto, ma Amy non si è mai fatta problemi.

Anzi ha sempre accolto l’affetto e il calore delle persone a lei care, non ultimo Ollie stesso.


“Credo che sia assolutamente perfetto così com’è. Non c’è nulla di sbagliato nell’essere diversi,” ha detto Amy al tempo.

“Ollie è un bambino unico, intelligente, divertente e ogni giorno mi stupisce. Lui è il mio piccolo Pinocchio speciale e non smetterò mai di amarlo.”


Il bambino riceve anche tantissimo affetto da sua sorella maggiore che lo adora più di ogni altra cosa.

“Lui e Annabelle sono migliori amici e combinano sempre qualche guaio. Annabelle è un po’ gelosa di Ollie che riceve sempre tante attenzioni,” ha detto Amy.


Ecco com’è oggi il “bambino Pinocchio”

Ollie è nato 8 anni fa e nel corso degli anni ha subito diversi interventi.


Mamma Amy continua ad aggiornare i suoi social raccontando di come vanno le cose a suo figlio che ora ha iniziato la scuola.

Dalle foto vediamo che il naso di Ollie è molto cambiato.


Ora assomiglia meno a Pinocchio e si vede benissimo che i medici si sono dati molto da fare per sistemarglielo.

E anche se sono trascorsi 8 anni dalla sua nascita, continuano ad arrivare commenti orribili.


Ma a tutti coloro che sono cattivi sui social, Amy ha solamente una cosa da dire.

“Non voglio che altri bambini ricevano commenti cattivi come è successo a Ollie e credo che il modo migliore per combattere questa cosa sia educare le persone.”


“Preferirei moltissimo che le persone mi chiedessero come mai Ollie ha questo aspetto, invece di dirmi che è brutto o di indicarlo col dito o fissarlo.”

Sei bellissimo così come sei, Ollie! Ti auguriamo tutto il meglio e ti inviamo il nostro affetto.

Ora potete seguirci su Instagram, per tante foto, video e contenuti in più!