Bimba di 2 anni malata di cancro non vuole morire

Bimba di 2 anni malata di cancro non vuole morire – misteriosa scoperta nel suo corpo sta sconcertando i medici di tutto il mondo

Per un genitore, non c’è peggior incubo di qualcosa che accade a tuo figlio.

Come madre o padre, fai tutto il necessario per mantenere tuo figlio al sicuro e protetto per tutta la vita.

Ma ci sono cose da cui nessun uomo può proteggersi.

La piccola Orla ha trascorso gran parte della sua vita in ospedale.

Una vita fuori dalle mura dell’ospedale è un mondo estraneo per lei, che ha già ricevuto un messaggio da incubo quando aveva 20 mesi.

Ora i dottori non sanno cosa fare.

LEGGI DI PIÙ: Mamma sta morendo di cancro e sa che non si sposerà mai – poi la migliore amica le fa “la proposta”

LEGGI DI PIÙ: Bambino della foto diventata virale mentre lottava contro il cancro sta bene ed è tornato a scuola

A soli 20 mesi, Orla e la sua famiglia hanno ricevuto il peggior messaggio da incubo possibile.

I medici hanno informato la famiglia che la loro amata bambina aveva sofferto di medulloblastoma, cancro al cervello, scrive il britannico The Sun.

Da allora, la piccola Orla di Broxbourne, in Inghilterra, ha trascorso la maggior parte della sua vita in ospedale.

Ma ora, mesi dopo l’annuncio del cancro, i medici sono giunti alla fine della strada.

I dottori non sanno cosa fare

Orla ha una mutazione incredibilmente rara, che influisce sul suo stato di salute.

A sua madre Naomi e suo padre Adam è stato detto dagli specialisti che non sono sicuri di come trattare al meglio la sua malattia, poiché non riescono a trovare un altro caso da nessuna parte in Europa.

Ha già subito diversi interventi chirurgici e trattamenti con radiazioni, ma nulla sembra aiutare.

A causa della sua situazione speciale, nulla sembra funzionare per la piccola Orla.

L’articolo prosegue sotto la foto:

L’incertezza su come Orla potrà riprendersi divora la famiglia, che è completamente devastata.

“È straziante vedere Orla così malata e dover combattere ancora e ancora”, dice la madre Naomi al sito.

“Dover guardare impotente mentre tuo figlio soffre di ansia e riceve morfina extra per farla smettere di urlare, o sostanze chimiche tossiche, perseguiterà me e Adam per il resto della nostra vita”.

“È troppo da gestire per una bambina di due anni, Orla dovrebbe giocare e imparare”.

Mamma Naomi dice anche che è stato difficile vedere come i trattamenti influenzino sua figlia sia psicologicamente che fisicamente.

L’articolo prosegue sotto la foto:

La famiglia si rifiuta di abbandonare la speranza

Tra l’altro, le cure hanno reso Orla sterile, il che significa che non sarebbe in grado di avere figli da sola se lo volesse in futuro.

Ora la famiglia spera che Orla possa sottoporsi a un trattamento di prova all’estero.

Con l’aiuto di specialisti in Europa, sperano di poter ottenere la risposta su come curare Orla.

La famiglia ha avviato una raccolta fondi nella speranza di potersi permettere il trattamento di prova che ora viene proposto.

L’articolo prosegue sotto la foto:

Ma sarà difficile.

Poiché non ci sono altri casi noti con le condizioni di Orla, gli specialisti devono cercare di trovare nuove strade da percorrere.

“È scioccante quanto poco si sappia di questa malattia e quanto sia sottofinanziata la ricerca sui tumori cerebrali. Vorrei non dover raccogliere questi soldi, questa è l’ultima cosa a cui vogliamo pensare quando la nostra bambina è così malata”, dice mamma Naomi.

“Speriamo che non ne avremo bisogno e che i soldi possano essere donati per finanziare la ricerca per futuri pazienti, ma dobbiamo essere preparati”.

Ti pensiamo, piccola Orla, e speriamo che tu possa guarire presto, piccola combattente!