Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Coppia adotta due bambini – poi concepiscono dei gemelli e ricevono una sorpresa inaspettata

Siamo nel 2017 ma molte persone sono ancora di mentalità stretta e hanno una visione molto semplicistica su come dovrebbe “apparire” una famiglia.

Aaron e Rachel Halbert hanno vissuto questo pregiudizio molto da vicino.

La coppia ha adottato due bambini, poi quando hanno deciso di allargare la famiglia, hanno preso una strada un po’ più insolita.

Hanno deciso di optare per l’adozione embrionale.

Hanno rifiutato che qualcosa di superficiale come il colore della pelle si mettesse sulla loro strada. Sono andati ad una banca embrionale e hanno trovato dei gemelli che hanno deciso di avere come loro figli.

Come se non fosse già abbastanza così, la loro storia ha preso anche un’altra piega inaspettata.

Facebook/Aaron Halbert

Aaron e Rachel Halbert hanno sognato a lungo di diventare genitori. Ma dopo aver avuto dei problemi con il concepimento, hanno deciso di adottare due bambini, un maschio e una femmina.

Sfortunatamente, la loro decisione ha provocato tantissime reazioni forti, solo per il fatto che i bambini avevano la pelle scura.

“Noi sapevamo che, specialmente al sud, una coppia bianca con bambini non bianchi avrebbe scatenato una miriade di reazioni diverse. Ci sarà sempre l’anziana signora che al supermercato ci fissa con disgusto, oppure la mamma afro-americana che ci guarda e scuote la testa,” ha detto Aaron al Washington Post.

Facebook/Aaron Halbert

Aaron e Rachel però erano felici e orgogliosi della loro famigliola.

Quando hanno deciso di provare l’adozione embrionale sapevano che era la scelta giusta per loro.

Rachel si è fatta impiantare due embrioni afro-americani che erano rimasti congelati per più di 15 anni.

La coppia voleva che i bambini assomigliassero a quelli che avevano già.

“Sono stati d’accordo con noi e con la nostra scelta di avere bambini che assomigliassero a quelli che avevamo già e quindi con la nostra decisione di embrioni afro-americani,” ha scritto Aaron.

Facebook/Aaron Halbert

Dopo sei settimane era arrivato il momento di fare visita al dottore, che viveva in Honduras, per controllare gli embrioni. Al loro arrivo, la coppia ha ricevuto una sorpresa completamente diversa.

“Abbiamo iniziato a parlare con il dottore con il nostro spagnolo piuttosto incerto. Ci ha chiesto più volte se eravamo sicuri che gli embrioni impiantati fossero due; abbiamo risposto che ne eravamo sicurissimi.”

La coppia ha poi scoperto che uno di quegli embrioni si era diviso in due all’interno della pancia di Rachel, perciò la donna era incinta non di due, ma di ben tre gemelle!

Facebook/Aaron Halbert

La nascita è andata bene e i due non erano più genitori di due bambini, bensì di cinque.

“È stato confortante vedere che tutti i nostri amici e famiglia hanno espresso un enorme supporto verso la nostra famiglia e lo strano modo in cui l’abbiamo costruita. Noi stiamo semplicemente vivendo il nostro sogno. Un sogno che potrebbe non apparire come una famiglia standard, ma piuttosto come quella per la quale noi siamo grati e che potrebbe diventare realtà nella storia del nostro paese,” ha detto Aaron.

Facebook/Aaron Halbert

“Mi sono sentito davvero felice quando ho visto i miei figli, lui con la sua pelle scura e lei con la pelle un po’ più chiara e i capelli ricci, baciare il pancione di mia moglie. Ogni sera davano la buonanotte alle tre piccoline che crescevano lì dentro e finalmente adesso augurano sogni d’oro alle loro sorelline faccia ad adorabile faccia.”

Non sono adorabili?

Facebook

Aaron descrive la sua famiglia:

“Ricordo un amico che stava attraversando il momento dell’adozione dirmi che aveva sempre sognato la sua famiglia come una famiglia che assomigliasse alle nazioni unite. Io vedo crescere la mia famiglia e preferisco guardare ancora più oltre e vederla come un piccolo angolo di paradiso.”

Qui sotto puoi scoprire di più sul fantastico viaggio della famiglia Halbert:

L’amore per i propri bambini è sempre più importante del DNA, della pelle o del sangue!

Per favore condividi la storia degli Halbert se sei d’accordo che le persone sono tutte uguali e che tutti i genitori hanno il diritto di formare la loro famiglia senza essere giudicati da nessuno.

 

Leggi di più su...