Coppia lascia soli i gemelli neonati per 4 giorni per andare a fare festa, il bambino muore di fame

Nonostante alcuni genitori non lascerebbero soli i figli neanche per un momento, questa coppia crudele ha lasciato i figli da soli per giorni. I due gemellini, un maschio e una femmina, avevano soltanto 16 settimane e, nonostante il loro bisogno di attenzioni, i genitori li hanno lasciati soli a morire di fame per uscire a fare festa.


La mamma russa di 23 anni, Margarita Yanayeva, e il suo compagno di 35, Alexey, hanno mentito ai loro amici dicendo che i bambini erano in ospedale per il coronavirus, ha rivelato il Daily Mail. I due genitori di Vilyuchinsk hanno quindi deciso di andare ad una festa in cui l’alcol scorreva a fiumi e sono rimasti lì per quattro giorni di fila. Nel frattempo i loro bambini erano soli e avevano fame ma non c’era nessuno ad occuparsi di loro.

“In quei quattro giorni i genitori non hanno nutrito i bambini e non si sono preoccupati di lasciarli con qualcuno,” ha detto una fonte che ha svolto le indagini. Invece di essere lì per i propri figli o di lasciarli con qualcuno che facesse le loro veci, i genitori “li hanno esposti alla fame, non hanno assicurato l’igiene e hanno lasciato due minori in uno stato socialmente pericoloso”.


Nel frattempo, la nonna dei bambini ha tentato di parlare al telefono con i genitori. La nonna sapeva che nella loro zona era in corso il lockdown ed era sempre più preoccupata perché non riusciva a contattarli. Ha informato subito la polizia e in seguito i due gemelli sono stati trovati chiusi nell’appartamento di Margarita e Alexey.


I due gemelli, 16 settimane, sono stati portati subito in ospedale nella regione della Russia, Kamchatka.

Il Mirror ha scritto che la nonna è stata colei che ha trovato i bambini in condizioni di “grave magrezza”. Purtroppo il bambino è morto dopo essere entrato in coma mentre la bambina è in condizioni gravissime e sta lottando per sopravvivere.


I genitori, che hanno completamente abbandonato i bambini, sono stati accusati di non aver ricoperto i loro doveri di genitori e di aver messo in pericolo la vita dei propri figli. Se verranno ritenuti colpevoli per l’omicidio del figlio, potrebbero dover affrontare una condanna che li vedrà dietro le sbarre per 20 anni.

Un caso simile, in cui i genitori hanno fatto morire di fame i figli, è avvenuto in Arizona. I genitori Anthony Josè Archibeque-Martinez, 23 anni, ed Elizabeth Archibeque-Martinez, 26, hanno chiuso in un armadio i figli di 6 e 7 anni. La polizia ha detto che i bambini sono rimasti chiusi lì dentro senza cibo per circa un mese dopodiché il bambino di 6 anni è morto, ha scritto Arizona Central.


La polizia ha trovato il bambino dopo aver ricevuto una chiamata d’emergenza. Il bambino di 6 anni era gravemente malnutrito ma per fortuna non aveva segni di traumi visibili sul corpo. Gli agenti hanno provato con il massaggio cardiaco ma purtroppo era troppo tardi.

Starve these people gosh this stuff makes me so sick!!! Why have them if you can’t care for them properly RIP sweet boy!! Prayer for his brother to recover how sad they don’t have eachother anymore

Gepostet von Rebecca Loftin am Dienstag, 3. März 2020

Quando ai genitori è stato chiesto di spiegare le loro azioni, hanno detto che chiudere i bambini nell’armadio era una punizione perché “rubavano cibo di notte mentre i genitori dormivano”. Oltre a tenerli chiusi nell’armadio, i genitori hanno affermato che a volte non gli davano neppure da mangiare.


Inoltre, la nonna dei bambini Ann Marie Martinez, 50 anni, pare che fosse presente quando ai bambini è stata data la punizione. Sia i genitori che la nonna sono stati presi in custodia per sospettato omicidio di primo grado. In più sono stati accusati di maltrattamento di minori.


Le notizie datate marzo 2020 hanno detto che gli altri figli della coppia, di 7, 4 e 2 anni, sono stati presi in custodia dal dipartimento dei servizi sociali dell’Arizona in seguito alle accuse a genitori e nonna.