Donna nata con raro difetto al viso chiamata “alieno” – provate a non piangere vedendola oggi, è una modella

Nessuno andrebbe trattato in modo diverso solo perché ha un aspetto diverso.


Ma purtroppo è qualcosa che succede continuamente, sia tra i bambini che gli adulti, ed è inaccettabile. Basta chiederlo a Ilka Brühl, nata con un raro disturbo genetico alla struttura del viso che si chiama displasia ectodermica.


La ragazza tedesca ha ricevuto ogni sorta di brutto soprannome a scuola, finché alla fine desiderava un modo per rendersi invisibile. Allo stesso tempo era una studentessa fantastica e alla fine si è resa conto di poter aiutare gli altri raccontando la sua storia.


Oggi Ilka è una modella e autrice pubblicata. Attraverso i social e un podcast da lei gestito, mira ad incoraggiare le persone a vedere la loro stessa bellezza e accettarsi l’un l’altro per quello che sono.

Questa è la sua incredibile storia e l’aspetto che ha oggi, a 30 anni.


L’articolo prosegue sotto la foto.

Instagram

Voi che state leggendo, riflettete un momento su com’era la vostra vita a 16 anni. Io ho tantissimi ricordi di quel periodo, sia belli che brutti. Ma in linea generale, era un periodo fatto di cambiamenti. Gli ormoni, il carico di emozioni, e a volte anche le sfide mentali che dovevo combattere.


Ilka Brühl, nata con displasia ectodermica

Spero che quel periodo fosse in generale positivo per voi come lo è stato per me.


Ma ora immaginate, a 16 anni, di essere soprannominati “mostro”, “alieno” o “naso da maiale”. Immaginate di non avere nessuno che volesse stare insieme a voi a scuola e che gli altri, quando vi vedevano, vi indicavano e ridevano.

La maggior parte di noi non ha mai subito una tale crudeltà. Per Ilka tuttavia, si trattava di una realtà quotidiana.


Essendo nata affetta da displasia ectodermica, è stata deforme per tanto tempo prima di sottomettersi a delle operazioni per sistemarsi.


Dopodiché però, si è resa conto che il suo aspetto non era definito in alcun modo dalla sua deformità. Anzi, Ilka ha capito che la bellezza non si può creare con la chirurgia, ed è riuscita ad accettare il suo viso così com’era.

Oggi Ilka è una modella per milioni di persone in tutto il mondo. Vuole aiutare gli altri con il suo lavoro.

Instagram

Ilka Brühl, infanzia


Fin dal giorno in cui è nata, nel gennaio 1992, i suoi genitori hanno ritenuto che fosse completamente sana. E infatti lo era. Tuttavia, i medici si sono accorti che la piccola faceva fatica a respirare. Le vie aeree del suo naso per qualche motivo erano ostruite.


Leggi di più: Adalia Rose Williams, la ragazza con la rara sindrome d’invecchiamento precoce.


Ciò significava un intervento d’urgenza: i chirurghi l’hanno operata al labbro leporino. E a quel punto era chiaro che la piccola Ilka fosse “diversa”.


La scuola può essere un luogo molto duro per tantissimi ragazzi in tutto il mondo. Purtroppo Ilka lo ha capito meglio di altri. I giovani nella sua scuola non capivano che lei era proprio come tutti gli altri, anche se il suo viso aveva un aspetto un po’ insolito.


Pare che a scuola i ragazzi le facessero domande sul suo aspetto e poi ridessero di lei.


“All’inizio ho pensato: come dovrebbe essere il mio aspetto? Io sono fatta così! Ma poi mi sono guardata allo specchio prendendo coscienza delle cose e mi sono resa conto che il mio naso era diverso. A quel punto si inizia a dubitare di se stessi,” ha detto a Kurier.


Nonostante fosse una bambina bellissima, a scuola i bulli erano implacabili. Le davano soprannomi come “mostro”, “alieno” o “naso da maiale” e non volevano mai giocare con lei.

Instagram

“Da bambina avevo spesso infezioni agli occhi perché il mio condotto lacrimale non era sviluppato. E mal di testa perché le mie cavità nasali erano molto sensibili all’umidità,” ha detto Ilka.


“Ma sono sempre riuscita a vivere con quei sintomi.”


Non voleva sue foto in casa


Ha aggiunto: “I miei genitori mi davano sempre la sensazione che andavo bene così com’ero. Da bambina non mi interessava ciò che mi dicevano o gli sguardi. Ma poi, nella pubertà, la domanda è arrivata: ‘Se io sono così normale, perché non c’è nessuno come me in giro?'”


Ilka faceva sempre brutte facce nelle foto, così i suoi genitori non le avrebbero appese in casa.


“Quella era la mia strategia per evitarlo,” ha detto. “Se nelle foto sembro così stupida che mia mamma non vuole appenderle, nemmeno io sarò costretta a vederle.”

Quando è diventata adolescente aveva ancora più dubbi. Non solo per ciò che sentiva dire a scuola, ma anche nelle pubblicità e in televisione. Le aziende tiravano sempre fuori pubblicità che davano l’idea a tutti di cosa fosse la bellezza e Ilka sentiva di non essere rappresentata da niente. Il risultato è che provasse vergogna a mostrare il suo viso, dicendo che la faceva vergognare più che farsi vedere nuda.


Tuttavia, nonostante avesse sentito tantissime cose cattive a scuola, non ha lasciato che niente le entrasse dentro. Ilka era una studentessa modello e aveva sempre i voti migliori del suo anno.

“Era come una specie di doppia vita,” ha raccontato.


Tutto è cambiato

A causa della sua bassa autostima e sicurezza di sé, Ilka ha fatto fatica a fare amicizia.


Ha subito dieci interventi e, nonostante faticasse ad accettarsi, alla fine le cose hanno iniziato a cambiare per il meglio. Si è resa conto di non valere meno di nessun altro e ben presto si è trasformata in una donna sicura che voleva essere d’ispirazione per gli altri.


Tutto è cambiato nel 2014, mentre andava al suo primo servizio fotografico.


“Mentre raggiungevo il fotografo, ho pensato spesso di tornare indietro perché avevo paura che avrebbe riso di me quando mi avesse vista di persona,” ha riportato Insider.

“Stare davanti alla macchina fotografica mi ha fatto capire: ogni difetto e ogni sbaglio è una parte di te e va bene. Devi trarne il massimo,” ha detto.


Quando aveva 20 anni si è sottoposta a un intervento plastico al naso. Soprattutto serviva per motivi di salute, ma fino all’operazione Ilka credeva che le avrebbe dato anche il coraggio di amare se stessa.

Ma dopo l’operazione le cose sono andate diversamente.


“Se ti accetti, puoi brillare da dentro”


“Non appena sono guarita ho notato il difetto successivo. In quel momento mi sono resa conto: la bellezza non si crea sul tavolo operatorio,” ha detto a BILD.


“Per me la bellezza è tutta nell’aspetto. Se si accetta se stessi, si può brillare da dentro e questo è meglio di una qualsiasi persona bella che non si piace.”


Invece di sottoporsi ad altri interventi, Ilka si è resa conto di poter fare altre cose invece di cambiare il suo aspetto. Non che gli altri la vedessero come persona “normale”, ma che lei imparasse ad accettarsi.


“Mi approcciavo alle persone in modo più aperto e ho imparato a piacermi. E poi ho notato: non sono gli altri a ritrarsi da me, sono io che mi ritraggo da loro!”


Ilka sapeva di essere diversa, ma non era nulla di negativo. Anzi, voleva accogliere la sua diversità. La donna si è resa conto di poter aiutare gli altri ad accettarsi per quello che sono e voleva dare informazioni sulla sua vita e le sue difficoltà.


Perciò ha avviato un podcast incentrato sul modo in cui gestisce i suoi dubbi. Inoltre, dà consigli su come ci si possa amare di più. Ha anche pubblicato il suo libro intitolato “Differently Beautiful – How I Learned to Love Myself”.

Ilka Brühl oggi


Ha scritto su Instagram: “Credo che TUTTI siano belli a modo loro. Leggo spesso commenti come ‘Non è che tu non sia bella solo perché sei diversa’ ed è esatto! Io sono bella perché TUTTI siamo belli. Non ha importanza se siete una bellezza classica, alti, bassi, magri, bianchi o neri.”


Ilka racconta la sua storia e dà informazioni sulla sua vita nel suo blog e su Instagram. Di recente ha lavorato a un libro per bambini e, in un paio di occasioni, ha condiviso sue foto da bambina.

“Ho deciso di mostrare una foto di quando ero piccola. Perché lì si vede meglio il mio ‘difetto’. Inoltre, ricevo moltissimi messaggi in cui mi viene chiesto perché ho questo aspetto,” ha scritto.


“All’inizio ho esitato, perché per alcuni di voi poteva essere troppo. Ma non è vero, è normale come qualsiasi altra foto di un bambino.”

Ha aggiunto in un post su Facebook: “Tutti coloro che mi conoscono possono confermare che per me è davvero importante e che voglio aiutare gli altri. Voglio aiutare coloro che hanno dei difetti, così come i genitori di bambini che non sanno se i loro figli verranno accettati nel mondo.

Oggi Ilka è un modello d’esempio per tantissime persone. La sua avventura è d’ispirazione e, attraverso i suoi social, persone di tutto il mondo prendono parte alla sua vita. Ha più di 33.000 follower su Instagram.


Ha sposato il suo Philip

Ilka non è solo diventata un esempio per gli altri e ha accettato se stessa, ma ha anche trovato l’amore della sua vita.


L’anno scorso ha sposato quello che ora è suo marito, Philip! E sono felicissimi insieme.


“Il matrimonio è stato incredibilmente bello. Quando mi sono svegliata il giorno dopo, non credevo a quanto le cose fossero andate bene,” ha scritto.


“C’era il sole, tutti erano di buon umore e mio marito era bellissimo. Ero molto emozionata e mi sono commossa. Amare qualcuno così tanto è un privilegio e ne sono veramente grata. Non riesco a credere a quanto sia fortunata a poter chiamare una persona fantastica come lui mio marito, ora.”


Non ci sono persone perfette. Ma anche se alcuni hanno un aspetto “diverso” o sono disabili, dobbiamo sempre trattarci l’un l’altro con rispetto.


Leggi di più: Da bambina era bullizzata per il suo aspetto – ora è una donna potente ammirata in tutto il mondo.


Ilka è una fonte d’ispirazione per gli altri e la sua storia va riconosciuta, soprattutto perché aiuta le persone. Condividete l’articolo su Facebook con tutti i vostri amici.

Ora potete seguirci su Instagram, per tante foto, video e contenuti in più!