Gemelli nati con minime probabilità di sopravvivenza – poi il fratello di 4 anni fa qualcosa che stupisce i dottori

I due gemelli Santino e Giovanni sono nati con una malattia rara e molto grave.

Michael, il loro fratello maggiore, ha solo 4 anni ma ha già il cuore d’oro.

Il bambino voleva assolutamente fare qualcosa per salvare i suoi fratelli.

Facebook/Robin Pownall

Nell’ottobre del 2017, i due gemellini Santino e Giovanni sono nati prematuri alla trentatreesima settimana. Sono stati costretti a rimanere in terapia intensiva per cinque settimane prima di poter andare a casa. Purtroppo poco dopo la famiglia ha capito che i bambini avevano qualcos’altro che non andava.

Solo 10 giorni dopo il loro ritorno a casa, la famiglia è tornata in ospedale. È lì che hanno ricevuto la devastante notizia che i bambini soffrono della malattia granulomatosa cronica, una malattia rara ed ereditaria che appartiene ad un gruppo di malattie immunodeficienti primarie. Queste malattie intaccano il sistema immunitario e impediscono al corpo di proteggersi da diversi tipi di infezioni.

Facebook/Robin Pownall

Robin, la loro madre, non era totalmente ignara di questa malattia perché anche il suo primo figlio Dominik di 9 anni ne aveva sofferto. Per fortuna il bambino è stato curato in seguito ad un trapianto di cellule staminali. La famiglia sapeva di dover affrontare la stessa procedura anche con i gemelli.

Hanno cercato potenziali donatori e hanno scoperto che il loro secondo bambino, Michael di 4 anni, era la scelta migliore. Quando gli hanno chiesto se volesse aiutare a salvare i suoi fratellini, lui non ha esitato neanche per un secondo e ha detto subito di sì.

Robin gli ha spiegato quale fosse la procedura. Gli ha detto che avrebbe potuto fargli male e credeva che la cosa lo avrebbe spaventato, invece ha ricevuto una risposta diversa.

“Così li salviamo?” ha chiesto il bambino. Quando sua madre ha risposto affermativamente, il bambino ha detto: “Va bene, allora lo faccio!”

Facebook/Robin Pownall

I bambini sono ricoverati a Philadelphia e l’operazione di trapianto di cellule staminali si è svolta l’8 marzo, grazie al coraggioso fratellino Michael.

“Michael è orgoglioso di poter salvare i suoi fratelli. È stato molto coraggioso, ha dato subito il braccio all’infermiera per fare il prelievo. Sa che cosa sta per fare ed è una vera fonte d’ispirazione. Mi da forza solo guardare quanto sia forte lui,” ha raccontato Robin a Good Inside Us.

Facebook/Robin Pownall

Guarda il video qui sotto:

I trapianti di cellule staminali sono sempre complicati, specialmente quando riguardano i bambini. Adesso incrociamo le dita e speriamo che a questa famiglia vada tutto bene. Michael e i suoi fratelli hanno davvero bisogno di tutto il supporto del mondo.

Per favore condividi questo articolo per omaggiare il grande coraggio di Michael!