Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Gli amici di un milionario si oppongono al fatto che sposi una donna più giovane – dopo la sua morte, un anno dopo, la moglie rimane scioccata dalle sue ultime volontà nel testamento

Marcel Amphoux, sessantotto anni, godeva di una vita tranquilla ma piuttosto insolita nelle
Alpi francesi.
Viveva come una sorta di eremita, in una piccola baita senza acqua corrente o elettricità.
Ma grazie al suo stile di vita semplice, alla fine riuscì ad accumulare una grande fortuna.
Inoltre ereditò anche un grande tratto di terra nei pressi del villaggio di Puy-Saint-Pierre.
Era un luogo perfetto per costruire una stazione sciistica o anche dei condomini di lusso.
Nel corso degli anni il valore della terra ereditata salì alle stelle, ma Marcel non fu mai
interessato a venderlo.

Flickr/Deux Alps

Anche se Marcel Amphoux possedeva un enorme patrimonio, non c’era niente nel suo aspetto o stile di vita che suggerisse che in realtà fosse un milionario.

Tuttavia, ha condiviso la sua ricchezza con pochi intimi, soprattutto la sua famiglia e gli amici. Fece costruire per loro alcune baite sulla sua terra dove potevano vivere gratuitamente. Le donne non erano mai state interessate a Marcel.

Ma quando incontrò Sandrine Devillard, una donna di 21 anni più giovane di lui, cambiò tutto. Sandrine, donna cosmopolita di Parigi, bussò alla porta dell’umile casa di Marcel nel 2010. Gli spiegò che era un agente immobiliare interessata a comprare la sua terra.

Marcel rifiutò categoricamente. Ma quando Sandrine lo invitò a cena, lui accettò. La coppia si innamorò immediatamente. Ma sia i familiari che gli amici di Marcel cercarono di metterlo in guardia sul fatto che la misteriosa donna fosse solo interessata al suo denaro.

La strana coppia indiscutibilmente attirava l’attenzione. La rivista francese Le Point ha descritto Marcel come “un uomo che viveva come un orso” nei monti francesi, mentre Sandrine era la classica signorina di città che amava vestire con costosi abiti firmati.

© Facebook/LeParisen

Agli occhi delle persone vicine a Marcel, Sandrine sembrava solo interessata ai suoi soldi. Ma Marcel sembrava felice aver trovato finalmente l’amore della sua vita.

E nel 2011, solo un anno dopo dal loro primo appuntamento, Marcel e Sandrine erano già sposati.

© Facebook/Primera Plana San Luis

La coppia si sposò nel municipio di Puy-Saint-Pierre. Sandrine indossava un abito rosso firmato, mentre Marcel era vestito con un abito trasandato e antiquato. La protesta degli invitati alle nozze si fece sentire notevolmente.

“Le persone fischiavano e urlavano. Tutti loro conoscevano bene Marcel e erano convinti che il vero interesse di Sandrine fossero i soldi e le proprietà dell’uomo,” ha dichiarato Jacques, un abitante del villaggio, al giornale Daily Express.

© Facebook/MuhammadIskandar

Sandrine Devillard si sentiva molto ferita dalle voci che giravano sul suo conto e, dopo il matrimonio, la rabbia degli scettici aumentò ulteriormente.

Sandrine continuò a vivere a Parigi e raramente visitava Marcel nella sua baita sulle Alpi. “Marcel è un uomo del Medioevo, addirittura anche dei tempi preistorici”, spiegò Sandrine. Io sono una vera Parigina, e continuo a vivere lì.

Ma cerco di fare visita a mio marito più spesso che posso, per vederlo e farlo sorridere.

© Facebook/沈強

Un anno dopo il matrimonio, i sospetti degli abitanti del villaggio crescevano ulteriormente. Marcel rimase coinvolto in un incidente d’auto con Sandrine e due amici di lei.

La persona che era alla guida della macchina perse il controllo facendo così schiantare l’auto. Marcel morì, mentre Sandrine e i suoi due amici sono sopravvissuti. Si diceva che Sandrine avesse qualcosa a che fare con l’incidente, ma non c’era alcuna prova.

© Facebook/ElMundo

Sandrine pianse disperatamente durante il funerale di Marcel, ma non mostrò nessun segno di compassione per la famiglia e gli amici. Sandrine annunciò di essere la sola erede di Marcel, il che significava che sarebbe diventata una multi milionaria.

Quando Sandrine comunicò agli amici di Marcel che gli avrebbe sfrattati per poter sfruttare economicamente le terre del marito, la situazione iniziò a precipitare.

© Facebook/沈強

Poi, nel bel mezzo del trambusto, fu rilasciata una dichiarazione che ribaltò radicalmente la situazione. Si scoprì che poco prima della sua morte, Marcel aveva rivisto e corretto il suo testamento, lasciando tutte le sue proprietà e i suoi soldi alla sua famiglia ed ai suoi amici.

© Facebook/沈強

Marcel nominò i suoi amici proprietari delle case che aveva costruito per loro. A Sandrine non toccò nulla. Sembrava quasi che Marcel avesse finalmente ascoltato i suoi amici e la sua famiglia.

Sandrine affermò che la firma sul testamento era falsa e portò il caso in tribunale. Ma nel 2016, quando il verdetto finale è stato emesso, il giudice ha ritenuto la firma autentica, scrive il giornale francese Dici.

Che storia avvincente! Condividi se sei d’accordo!

 

Leggi di più su...