Infermiera introduce cane in ospedale così che uomo morente possa coccolarlo per l’ultima volta

Moltissime persone anziane contano sui loro animali domestici per avere compagnia e conforto durante la vecchiaia.


Per molte persone i loro animali sono un’ancora di salvezza, una ragione per andare avanti, li aiutano a combattere la solitudine e sono un aiuto nei momenti difficili.


L’uomo di questa storia stava vivendo il periodo più buio della sua vita e aveva bisogno della sua cagnolina, la sua migliore amica, più di qualsiasi altra cosa.


David King era in cura per il cancro in un ospedale del Missouri, ma purtroppo stava perdendo la sua battaglia contro questa orribile malattia.

Twitter

Sua moglie Cindy sapeva che l’uomo voleva vedere la loro cagnolina un’ultima volta per dirgli addio, ma purtroppo la politica dell’ospedale non lo permetteva.


L’infermiera di David, che lo ha seguito durante le cure e sapeva ciò che ha passato, ha capito di dover esaudire il suo ultimo desiderio prima che fosse troppo tardi. Quando Cindy le ha chiesto aiuto è stata felicissima.


“Ha perso la battaglia contro il cancro”


Con l’aiuto dell’infermiera e la determinazione di Cindy, sono riuscite a introdurre di nascosto la cagnolina in ospedale. La cucciola si chiama Lil Fee e David ha potuto coccolarla un’ultima volta.


Ellie, nipote di David, ha condiviso una foto del commovente momento su Twitter assieme alla didascalia: “Mio nonno sta morendo di cancro perciò l’infermiera ha aiutato mia nonna a far entrare il loro cane in ospedale per dirgli addio”.

Il suo post si è diffuso velocemente con più di 1.000 persone che hanno risposto ed elogiato l’infermiera per quello che ha fatto.


Ellie ha detto a Yahoo Lifestyle: “Mio nonno amava la sua cagnolina Lil Fee, lei lo avrebbe seguito ovunque. Lui la portava sempre con sé. Mio nonno ha lottato contro il cancro per gli ultimi due anni, ma la settimana scorsa si è diffuso in tutto il corpo.


Ha trascorso una settimana in ospedale e mia nonna gli ha portato foto del cane per fargliela vedere.”


Ma la famiglia sapeva che tenere in braccio Lil Fee sarebbe stato molto meglio che vederne le fotografie.


“Un momento che non dimenticherò mai”


“Gli infermieri hanno sempre sentito mia nonna parlare di Lil Fee,” ha aggiunto Ellie.


“Perciò l’hanno incoraggiata ed aiutata a portarla in ospedale. L’hanno fatta portare a mia zia dentro una borsa molto grande,” ha detto.


Vedere la sua amata cagnolina lo ha anche incoraggiato a fare qualcosa di fantastico.


“Per la prima volta quel giorno, ha mosso il braccio nel tentativo di accarezzarla. È un momento che non dimenticherò mai,” ha detto Ellie.

L’amore che proviamo per i nostri animali domestici è molto potente e siamo felici che David abbia potuto abbracciare la sua cagnolina prima di morire.


Speriamo gli abbia portato il conforto di cui aveva bisogno. Condividete.