Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

La mamma è in tribunale – il giudice chiede alla figlia di 6 anni di dire la verità

Le multe possono prosciugare i nostri portafogli, specialmente quando si fa fatica ad arrivare a fine mese.

Immagina che debba andare a prendere qualcosa a casa di un tuo parente. Quando arrivi a casa sua, ti rendi conto che nel palazzo qualcuno sta facendo una festa, quindi parcheggi la tua auto sul marciapiede per mancanza di spazio. Ma quando torni qualche minuto dopo, trovi il foglietto della multa.

È esattamente quello che è accaduto a una madre di due bambini di Providence, Rhode Island, Stati Uniti. Quando ha ricevuto una multa da 100 dollari per il parcheggio, si è rivolta al tribunale per contestarla, come vuole la legge americana. Ma rischiava di dover pagare tre volte tanto in caso avesse perso per le spese processuali. Poi, il giudice ha chiesto alla figlia di sei anni della donna di decidere la sorte di sua madre.

La madre si era fermata davanti a casa del cugino per prendere qualcosa. C’era una festa nel palazzo, quindi ha parcheggiato nell’unico posto disponibile: sul marciapiede. Ma quando è uscita, la polizia era lì, presumibilmente per placare il rumore della festa.

E quando è tornata alla sua macchina, la donna ha visto una multa di 100 dollari per il parcheggio.

La mamma non aveva il denaro per pagare la multa, il che significava dover andare in tribunale, come prevede la legge americana, e rischiare gravi sanzioni. Il processo però non è andato affatto come lei si aspettava.

Mentre la madre stava testimoniando, il giudice ha chiamato la figlia di sei anni, Janice, al banco dei testimoni e le ha chiesto la sua età. Poi le ha spiegato cosa aveva fatto la mamma e le ha elencato quattro possibili sanzioni.

YouTube

N.1:  Far pagare a sua madre la sanzione massima: 300 dollari

N.2: Far pagare alla mamma solo la multa di 100 dollari.

N. 3: Far pagare alla mamma solo la metà della multa: 50 dollari.

N. 4: Chiudere un occhio e non farle pagare nulla.

La bambina è stata colta di sorpresa quando il giudice le ha chiesto di decidere la punizione …

YouTube

Janice, la bambina, era nervosa e non era sicura della sua risposta. Poi il giudice le ha chiesto cosa aveva mangiato per colazione. Quando lei ha risposto che non aveva mangiato niente quel giorno, il giudice ha preso una decisione rapida.

“Facciamo che prendo un un accordo con tua madre: se ti compra la colazione quando uscite da qui, le tolgo la sanzione. Ti sembra un buon affare?” ha chiesto il giudice.

 

La multa della madre è stata cancellata perché il giudice si è reso conto che non era una criminale.

Per favore condividi se pensi che a più persone dovrebbe essere mostrata compassione come in questo caso, quando sono accusate di aver commesso un crimine che in realtà non comporta nessuna vittima.