Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Dopo la morte della quindicenne, il messaggio della sua famiglia per i bulli si sta diffondendo in tutto il mondo

Quando un giovane muore, è sempre tragico. Ma quando quella persona è stata sistematicamente vittima di bullismo e la loro morte avrebbe potuto essere evitata, è ancora peggio.

Il bullismo si verifica in tutto il mondo – in campi da gioco, nelle scuole e nei luoghi di lavoro. Eppure, non capisco che cosa porta le persone a deridere e prendere in giro gli altri. Io di solito mi dico che è perché i bulli non si sentono bene con se stessi. Ma nessuno deve prevaricare altri solo per sentirsi meglio.

Il suicidio è spesso tenuto segretissimo. Per qualche ragione si vergognano, ma non dovrebbero. Se qualcuno deve sentirsi in colpa, dovrebbero essere le persone che sono responsabili, quelli che hanno spinto la persona fin oltre il bordo e che, sprofondata nell’abisso, non tornò più in su.

OBITUARY OF SADIE L. RIGGS:Miss Sadie L. Riggs, 15, of Bedford, took her own life on Monday, June 19th, 2017.Sadie…

تم نشره بواسطة ‏‎Angela Davis Dugas‎‏ في 23 يونيو، 2017

In data 19 giugno, Sadie ha perso la vita. La sua famiglia è stata devastata, ma non sentiva vergogna. Volevano che i responsabili capissero la terribile tragedia che le loro azioni hanno causato. Così, hanno scritto un necrologio potente per Sadie, che è stato anche pubblicato su Facebook:

necrologio SADIE L. RIGGS:

Miss Sadie L. Riggs, 15, di Bedford, si tolse la vita Lunedi, 19 giugno 2017.

Sadie è nata a Bedford, il 4 dicembre 2001. Lei è sopravvissuta dal padre, Eric Riggs e la madre adottiva Alicia Smith di Bedford e sua madre biologica, Beverly (Dodson) Riggs di Hopewell e dalla zia materna, Sarah Smith, con il quale risiedeva.

Sadie era un membro della Solid Rock Christian Fellowship Church in Bedford. Ha giocato softball e amava la lettura, il disegno e la musica. Sadie era una ragazza dolce e amorevole e lei ci mancherà molto.

Nel tentativo di sfatare le voci circa la morte di Sadie, vorremmo condividere queste informazioni.

Sì, Sadie si è tolta la vita, lei si è impiccata. E ‘difficile capire che una persona così giovane possa essere così problematica. Sadie era alla ricerca di aiuto,  era in terapia e assumeva dei farmaci, ma era tutto troppo per una così giovane anima.

Se vi prendete un minuto e guardate le dinamiche della famiglia di Sadie vedrete che una grande percentuale delle persone nella sua vita non erano legati a lei dal sangue, ma è stata mandata da Dio che sapeva che questa bambina aveva bisogno di una famiglia. Sadie ha avuto una vita dura e fino ad un recente incidente a scuola, lei ha gestito tutto quello che la vita le ha servito.

Per una giovane donna così entusiasta di andare al liceo, le cose sono andate terribilmente sbagliate per lei.

Per i bulli coinvolti, sappiate che siete stati efficaci nel farla sentire inutile. tutto Questo è  tra te e Dio ora, ma sappiate che non è troppo tardi per cambiare la vostra vita. La morte di Sadie ci ha portato in luoghi bui, staremo insieme a proteggerci l’un l’altro mentre cerchiamo di dare un senso a questa tragica perdita.

A tutti i bulli là fuori, voglio solo che sappiate che per quanto disprezziamo le vostre azioni, mai e poi mai desidereremmo farli sentire il dolore paralizzante che avvolge il nostro corpo, un dolore così grave che rende l’atto semplice di respirazione difficile o il senso di colpa che ci lascia chiedendoci cosa avremmo potuto fare diversamente – o  la lotta per ricordare le ultime parole che ci siamo scambiati… i nostri cuori sono al di là spezzati.

Sadie, era un privilegio di averti nella nostra vita e noi ti ameremo per sempre. Che tu possa trovare la pace tra le braccia di Dio e noi tutti essere gentili gli uni gli altri.

Al posto dei fiori, la famiglia di Sadie chiede di essere gentili l’un l’altro.

Facebook/JusticeforChildrenwithoutVoices

Se vi rifiutate di tollerare il bullismo, condividete la storia di Sadie con i vostri amici su Facebook.

Nessuno dovrebbe essere esposto a tali abusi mentali e fisici fino a non trovare una via d’uscita diversa dal prendere le loro vite.

 

Leggi di più su...