Marito scrive un messaggio commovente alla moglie infermiera – si sta diffondendo su internet

Quando si pensa ad una professione che dipende da un lavoratore che fa di tutto per gli altri, a saltare subito alla mente sono gli infermieri.

Gli infermieri si prendono cura di noi quando stiamo male, siamo feriti, ricoverati o morenti. Loro ci sono nei momenti peggiori e devono sempre mostrare un’espressione coraggiosa.

Philip Urtz, di Rome, New York, sa benissimo quanto sia difficile essere un infermiere. Sua moglie Jessica è un’infermiera che cura e si occupa di pazienti tutti i giorni della sua vita. Philip la vede quando torna a casa e vede il prezzo che deve pagare per svolgere quella professione e la stanchezza che ha sul viso ogni volta.

Posted by Philip Urtz on Monday, 7 October 2013

 

Tuttavia, Jessica non è di certo il tipo che si lamenta. Come ha raccontato Philip in una lettera pubblicata su Facebook, il lavoro di sua moglie è il lavoro della sua vita e la sua routine riempirebbe di energia anche le persone più difficili.

Una sera, dopo che Jessica ha finito un turno di 14 ore, è tornata a casa e si è messa a riposare. Per cena si è fatta un panino ed è andata subito a letto per prepararsi ad affrontare una nuova giornata con la stessa passione di sempre.

Facebook

Mentre sua moglie dormiva, Philip ha deciso di fare qualcosa per onorare il suo impegno. Ha scritto un post su Facebook riguardante Jessica e le sue abitudini giornaliere che ora si sta diffondendo a macchia d’olio.

Il post di Philip

Lei è mia moglie Jessica mentre cena dopo un turno di 14 ore. Quando torna a casa dal lavoro ha tempo per mangiare qualcosa e poi va subito a letto per prepararsi ad un’altra giornata di lavoro,” ha scritto Philip.

Si alza presto per prepararsi alla giornata. Al mattino non le piace essere disturbata e io lo rispetto. Si fa la doccia, si lega i capelli, prende il pranzo, dà a me a al cane un bacio e un abbraccio e poi esce di casa.

Al lavoro si occupa di persone che stanno passando i giorni peggiori della loro vita. Infarti, incidenti d’auto o di moto, cadute, danni cerebrali e tanto altro. Si occupa di padri, madri, fratelli, sorelle, amici e famiglie. Non importa chi siate o cosa vi sia successo, lei si occuperà di voi.

Lavora anche in pausa pranzo e ha raramente un momento per sedersi. Torna a casa dopo 14 ore, si toglie le scarpe e vuole solo sedersi. Non le chiedo della sua giornata perché non le piace parlare di lavoro quando è a casa e va bene così.

Se lei vuole parlare, io l’ascolto. A volte torna a casa felice, altre volte triste, ma non importa come si senta, lei è sempre pronta per il suo prossimo turno.

La amo con tutto il cuore. Mia moglie è la mia eroina. Mia moglie è un’infermiera.”

Facebook

Sappiamo che la lettera di Philip è una di quelle lettere che hanno il potere di commuovere le persone.

Se pensate che gli infermieri meritino tutto il rispetto del mondo condividete l’articolo su Facebook.

 

Leggi di più su...