Neonata buttata in una busta di plastica e abbandonata nel bosco trovata viva. In migliaia vogliono adottarla

Attenzione: contiene immagini esplicite che potrebbero turbare la sensibilità di alcune persone.


Per questa bambina, le probabilità di nascere al sicuro in ospedale ed essere cullata tra le braccia dei suoi genitori, circondata da amici e parenti, sono state pari a zero. Infatti, è stata trovata poche ore dopo la nascita all’interno di una busta di plastica con il cordone ombelicale ancora attaccato.


Alan Ragatz, l’uomo che l’ha trovata, ha definito il ritrovamento della bambina prima che fosse troppo tardi un “atto di Dio”.

Inizialmente, sono state le tre figlie adolescenti di Alan a sentire il pianto della neonata, mentre si trovavano nel bosco vicino alla loro casa di Forsyth County, ha detto WSB-TV.


“Abbiamo preso le nostre torce e ci guardavamo attorno pensando ‘No, non sembra un animale’,” ha detto Kayla, la figlia di Alan.


Alan ha trovato difficile credere al racconto delle figlie che una volta tornate a casa gli hanno subito detto di aver sentito piangere un bambino. “Ho detto: ‘È impossibile, sarà un cucciolo di procione, cervo o qualcos’altro’,” ha raccontato Alan.


Tuttavia, quando sono tornati nel bosco, Alan ha capito che si trattava davvero del pianto di un bambino.


“Siamo andati lì e l’abbiamo presa. Quella povera bambina era dentro una busta di plastica e abbiamo chiamato il 911. Era viva, piangeva. Perciò abbiamo pensato che fosse un buon segno. Sarebbe potuta finire peggio, ma il merito va alle mie figlie. Sono loro che hanno insistito.”


Gli agenti che sono arrivati sulla scena e hanno subito soccorso la neonata assieme allo sceriffo, hanno ringraziato la famiglia Ragatz che ha agito prontamente.

“Si tratta senza dubbio di intervento divino se la bambina è stata trovata. Se non fosse stato per questi cittadini, ora faremmo una conversazione diversa,” ha detto lo sceriffo Ron Freeman.


A quel tempo, la bambina è stata temporaneamente chiamata India. Nonostante sia stata trovata dentro una busta di plastica sopra delle foglie, fortunatamente stava bene.


Ripensando a quella notte indimenticabile, Terry Roper, agente dello sceriffo di Forsyth, ha detto a Good Morning America: “Quando siamo riusciti a prenderla, metterla in una coperta e scaldarla un po’, sono riuscito a parlare un po’ con lei,” ha rivelato ABC News.


Ha aggiunto: “Volevo confortarla. Poco dopo mi sono reso conto che quello era il primo momento in cui le veniva dato amore e mi sono sentito onorato di averlo potuto fare io.”


Dopo il salvataggio, migliaia di persone si sono fatte avanti per adottarla. “Ci sono state letteralmente migliaia di persone in tutto il paese che si sono fatte avanti per adottare la piccola India,” ha detto Tom Rawlings, direttore dei servizi per famiglie e bambini dello stato.

**Update on Baby India** We continue to follow any and all leads in regards to the abandonment of baby India; however,…

Gepostet von Forsyth County Sheriff's Office am Montag, 10. Juni 2019

Poco tempo dopo ha mostrato subito segni di miglioramento, Rawlings ha detto: “Sta acquistando peso e sorride moltissimo. È una bambina semplice, che ama essere tenuta in braccio e che si canti per lei e al momento sta benissimo.”


Al tempo, secondo CNN, Rawlings ha detto anche: “Una volta che le troveremo una famiglia, avrà l’opportunità di crescere con il nome che le verrà dato dai suoi genitori adottivi.”


Nonostante la sua vita sia cominciata con un incidente terribile, l’amore che le è arrivato da ogni angolo è stato commovente.

Secondo Fox 10, Rawlings ha detto anche: “Abbiamo visto piovere amore e supporto per questa bambina. E ci ricorda, come agenzia, che abbiamo l’opportunità di trovare l’amore di cui questi bambini hanno bisogno.”