Papà si dichiara colpevole dopo che gemelli di 1 anno muoiono perché li lascia per sbaglio nell’auto rovente

Juan Rodriguez, il papà che il 26 luglio 2019 ha lasciato i suoi gemelli di 1 anno nell’auto rovente, causandone la morte, si è dichiarato colpevole.


Secondo le notizie, l’uomo di 39 anni si è dichiarato colpevole a due condanne per omicidio colposo di secondo grado.


Rodriguez ha detto che credeva di aver già accompagnato i bambini all’asilo quando ha parcheggiato la sua auto per andare al lavoro. Invece i suoi figli di 1 anno, Luna e Phoenix Rodriguez, si trovavano ancora all’interno legati ai loro seggiolini.

Quando le autorità li hanno trovati, i bambini erano nell’auto da 4 ore. Sono stati dichiarati morti sul posto.


Le notizie hanno raccontato di come Rodriguez, veterano di guerra in Iraq, sia stato distrutto dal suo errore. Dopo aver accompagnato il figlio maggiore di 5 anni all’asilo, il papà ha dimenticato di lasciare gli altri due bambini al loro asilo, in una struttura diversa.


Infatti, ha parcheggiato l’auto al VA Medical Center nel Bronx, luogo in cui lavora, ed è andato al lavoro.

Quando successivamente è tornato al suo veicolo, Rodriguez ha guidato per due isolati prima di rendersi conto che i suoi figli erano ancora nell’auto. I bambini avevano ormai una temperatura interna di 42° e la schiuma alla bocca.


“Ho avuto un vuoto. I miei figli sono morti. Ho ucciso i miei bambini,” ha detto Juan alla polizia arrivata sulla scena.


Rodriguez è stato condannato a 1 anno di sospensione condizionale della pena dopo essersi dichiarato colpevole. Lui e sua moglie Marissa hanno deciso di dedicare la loro vita ad assicurarsi che nessun’altra famiglia viva la loro stessa esperienza dolorosa facendo lo stesso errore.


Non riesco ad immaginare il dolore che debba provare questa famiglia in questo momento. Juan Rodriguez si porterà dentro il dolore del suo errore per il resto della sua vita. Speriamo che lui e sua moglie riescano a trovare un po’ di conforto nel lavoro per assicurarsi che non succedano più cose di questo tipo.


Condividete l’articolo per inviare le vostre preghiere e per ricordare a tutti di rimanere sempre vigili.