Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

In questa città i genitori possono essere messi in prigione se i figli fanno i bulli con gli altri

Nella città di North Tonawanda, New York, di recente è passata una legge che dice che i genitori possono essere multati e, nei casi peggiori, anche mandati in prigione se i loro figli fanno i bulli con gli altri.

Il dibattito è accanito: è una buona idea o si è andati troppo oltre?

I genitori possono dover pagare multe di 250 dollari o anche scontare 15 giorni di prigione se i loro figli infrangono la legge per due volte nell’arco di 90 giorni. La legge include regole come violare il coprifuoco e fare i bulli.

Il problema del bullismo

La legge è stata messa all’opera dopo che una mamma ha combattuto duramente per trovare una soluzione al bullismo incontrollato che avveniva nelle scuole della città.

“Speriamo di non dover mai utilizzare questa legge se non in casi davvero estremi,” ha detto Greg Woytila, sovrintendente del distretto scolastico di North Towanda, ad ABC News.

“Dobbiamo lavorare meglio e tentiamo continuamente di farlo.”

I genitori devono fare la loro parte

L’obbiettivo di questa legge è quello di costringere i genitori ad essere più coinvolti nel comportamento dei loro figli. Così facendo, vengono ritenuti responsabili se i loro figli fanno i bulli con gli altri.

“Quello che stiamo cercando di fare è coinvolgere i genitori nel procedimento e tentare di trovare una soluzione,” ha detto Luke Brown, legale della città, ad ABC News.

Come potete immaginare però, la legge ha causato sentimenti contrastanti tra gli abitanti della città.

Voi che ne pensate? È una giusta legge che dovrebbe essere diffusa in tutto il paese o è una perdita di tempo? Non dimenticate di condividere con noi la vostra idea lasciando un commento!

 

Leggi di più su...