Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Uomo scioccato quando il cane scappa ogni giorno – poi guarda meglio e capisce la verità

Il cane Cesur e il suo padrone Mehmet Ilhan erano inseparabili. Cesur era sempre al fianco di Mehmet e viceversa. Perciò, quando Mehmet è stato portato in ospedale, Cesur ne è rimasto profondamente scosso.

“A causa della paralisi di mio padre loro due avevano un legame diverso,” ha raccontato Ali, il figlio di Mehmet, a The Dodo. “Quando mio padre era in ospedale nei suoi ultimi giorni, Cesur ha smesso di mangiare.”

Sfortunatamente, Mehmet è morto e Ali ha immediatamente preso con se il cane di suo padre. Un giorno, ha notato che Cesur aveva iniziato a fare lunghe passeggiate. Se ne stava in giro per ore prima di tornare a casa. Ali era confuso e incuriosito dal suo comportamento, così un giorno ha deciso di seguirlo.

Quando ha scoperto cosa faceva Cesur in quei momenti, ha iniziato a piangere. È così che ha capito quanto quel cane amasse davvero suo padre.

Quando Mehmet è stato portato al cimitero, Cesur è rimasto fedelmente al suo fianco per tutto il tempo.

Ha poi guidato la processione fino alla tomba di Mehmet.

Ali Ilhan

In seguito Ali lo ha portato a casa. Con il passare dei giorni ha notato che Cesur usciva ogni mattina mentre lui andava al lavoro.

Un giorno lo ha seguito curioso di vedere dove andasse.

È rimasto scioccato nel vedere che andava alla tomba di suo padre.

Cesur stava seduto lì per un po’. L’inserviente del cimitero gli ha detto che lo vedeva lì tutti i giorni. Ali era estremamente commosso ed ha iniziato a piangere.

Da quel momento in poi, ha iniziato a fare passeggiate giornaliere insieme al cane per fare compagnia al padre con il suo amato e devoto compagno.

Ali Ilhan

“Cesur è sempre stato un nobile animale,” ha detto Ali. “D’ora in poi vivrà con me.”

Ali Ilhan

Riposa in pace, Mehmet! Siamo felici di vedere che Ali e Cesur onorano la sua memoria facendo visita al cimitero ogni giorno.

Cesur è un cane intelligente e affettuoso! Per favore condividi questa commovente storia se sei d’accordo!

 

Leggi di più su...