Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Azienda concede ai non fumatori 6 giorni in più di vacanza perché non fanno pause per fumare al lavoro

Un’azienda in Giappone ha trovato una soluzione unica per incoraggiare il personale a smettere di fumare.

Adesso i dipendenti non fumatori hanno sei giorni di vacanza in più ogni anno.

“Spero che la decisione incoraggi altre persone a smettere di fumare, non attraverso una punizione ma attraverso una ricompensa,” ha detto il CEO dell’azienda Takao Asuka al Kyodo News, stando a quanto dice The Telegraph.

Pixabay

Il manager ha preso la decisione dopo una proposta del collega. La notizia ora si sta diffondendo in tutto il mondo.

“Uno dei nostri dipendenti non fumatori ha lasciato una nota tra i suggerimenti per l’azienda scrivendo che le pause per fumare causano dei problemi,” ha detto Hirotaka Matsushima, portavoce dell’azienda a The Telegraph.

Si è agito subito e adesso i non fumatori sono stati ricompensati con dei giorni di vacanza extra.

L’azienda ha i suoi uffici al ventinovesimo piano di un grattacielo di Tokyo, la capitale del Giappone. Hanno calcolato che la pausa media di un lavoratore per fumare è di 15 minuti. Ciò significa che se il fumatore fa molte pause in un giorno, allora il non fumatore deve avere dei giorni di vacanza extra.

Stando a quanto dice il manager, quattro dipendenti hanno smesso di fumare da quando è stata presa questa decisione. Inoltre, 30 dei 120 dipendenti hanno già preso le loro vacanze extra da quando è stato introdotto il nuovo sistema.

Tu che ne pensi? Faccelo sapere nei commenti!