Bambino entra alla stazione di polizia con un cartello attorno al collo, gli agenti lo vedono e si commuovono

I poliziotti ogni giorno sono esposti a tante esperienze diverse e per colpirli serve qualcosa di davvero particolare.

Un giorno un bambino è entrato alla stazione di polizia di Charlotte, in North Carolina, indossando un cartello appeso al collo e portando con lui una scatola. Guardandolo meglio gli agenti hanno capito che quello non era un giorno come tutti gli altri.

Nonostante avesse solo 5 anni, il piccolo Jayden Hooker conosceva bene la situazione di tensione tra la sua città e il dipartimento di polizia locale, perché di notte spesso si svegliava a causa di suoni violenti nelle vicinanze di casa che gli facevano paura.

Jayden però non è un bambino come gli altri, perché le sue paure non riguardavano soltanto se stesso.

Facebook

Jayden pensava che così come era impaurito lui, lo fossero anche i poliziotti, perciò voleva aiutarli.

Ha chiesto a sua madre di portarlo alla stazione di polizia perché voleva dare ai poliziotti delle ciambelle e abbracciarli. Voleva che i poliziotti non avessero più paura.

Jayden ha detto ad ABC News: “Sono contento che i poliziotti non si siano fatti male. Non voglio che qualcuno gli faccia male.”

Nonostante non conoscesse nessuno, è entrato lì dentro semplicemente indossando un cartello con su scritto “abbracci gratuiti”.

Gli agenti non credevano ai loro occhi e hanno accettato subito l’offerta. Alcuni si sono anche commossi per il suo gesto.

Five-year-old Jayden Hooker says he got scared during the protests. He heard about police officers getting injured and…

Posted by ABC7NY on Saturday, 24 September 2016

 

Anche io mi sono commossa quando ho visto questo bambino provare a rendere il mondo un posto migliore. Per favore condividi se pensi anche tu che al mondo servano più persone come lui!