Bimba di 3 settimane ha le convulsioni e non respira dopo un viaggio in macchina: la mamma avverte tutti i genitori

Ci sono poche cose peggiori del vedere il proprio figlio lottare per la sua vita.

È esattamente ciò che è successo quest’anno alla mamma Kirsti Clark, 28 anni, e a suo marito Christopher Clark, 29. La coppia aveva deciso di trascorrere una giornata fuori con le figlie, Malena di 3 anni e Harper di 3 settimane. Il viaggio però si è trasformato in un incubo.

Il viaggio di ritorno a casa è durato più del previsto a causa del traffico e quando hanno messo la bambina sul suo tappetino per giocare una volta tornati a casa, hanno notato che qualcosa non andava. La bambina aveva le labbra blu, la mascella serrata e le usciva una schiuma bianca dalla bocca e dal naso. Ora Kirsti vuole avvertire tutti i genitori…

Quella giornata doveva essere la giornata ideale in famiglia per Kirsti e Christopher. La coppia è uscita di casa nel primo pomeriggio per andare a fare shopping con le figlie.

Verso le 18:30 hanno deciso di ripartire per tornare a casa. Il viaggio è stato lungo, un’ora e 45 minuti, e la piccola Harper era seduta sul suo seggiolino come al solito. Quando sono arrivati a casa, la piccola è rimasta altri 15 minuti sul seggiolino mentre i genitori mettevano a letto la figlia più grande.

Poi, quando hanno preso la bambina dal seggiolino, hanno notato dei sintomi terribili e sono andati di corsa in ospedale.

“Quando siamo tornati a casa era tardi per Malena che solitamente va a letto molto prima, perciò abbiamo lasciato Harper nel suo seggiolino della macchina per altri 15 minuti mentre mettevamo a letto la sorella,” ha detto Kirsti come riportato da Daily Record.

“Poi mio marito ha preso la bambina e se l’è messa sulle gambe, ma sembrava non riuscisse a stare comoda, perciò l’ha stesa sul suo tappetino.

Gli ho detto che mi sembrava avesse le labbra blu e a quel punto lui ha notato quanto fossero rosse le sue guance. Allora l’ha ripresa in braccio e abbiamo capito subito che qualcosa non andava.”

Facebook

Nonostante la paura di Kirsti di perdere la sua bambina, i dottori in ospedale sono riusciti a rianimarla. Hanno detto ai genitori che i bambini che passano più di un’ora nel seggiolino dell’auto rischiano di soffrire di mancanza d’ossigeno. Harper ha avuto le convulsioni come causa della mancanza d’ossigeno. Quando la bambina è stata messa a terra sul tappetino, i suoi livelli di ossigeno sono aumentati improvvisamente e le hanno causato una crisi.

Ora Kirsti sta facendo del suo meglio per avvertire altri genitori di quello che crede sia un pericolo piuttosto nascosto.

“Quando il dottore ci ha detto che il problema era il seggiolino non potevo crederci. Ho pensato non fosse possibile. Non capivo come mai nessuno ci avesse mai detto niente al riguardo. Sapevamo che i bambini non vanno tenuti tutta la notte sui seggiolini perché causano la curvatura della colonna vertebrale, ma non sapevamo nulla di questo. Quando la mia bambina più grande era una neonata siamo andati in macchina fino in Cornovaglia a trovare la mia famiglia e non è mai successo nulla del genere. I dottori ci avevano detto che a volte ci sono delle preoccupazioni con i prematuri, ma Harper non lo è. Pesava quasi 4 kg quando è nata e ora ne pesa più di 4.

Quando abbiamo scoperto il motivo io e Christopher ci siamo sentiti molto arrabbiati con noi stessi – ci sentivamo in colpa per la nostra bambina. È stato orrendo. Poi abbiamo parlato con tante persone e nessuno aveva mai sentito parlare di questo problema. È per questo che abbiamo capito di dover diffondere ciò che è successo ad Harper, di modo che i genitori lo sappiano. Due ore nel seggiolino dell’auto e stavamo per perderla, è stato terribile. Voglio dire a tutti i genitori di fare molta attenzione con i loro bambini e che se non hanno un assoluto bisogno di metterli nel seggiolino, non ce li mettano, perché non vale la pena passare ciò che abbiamo passato noi. Guardate i vostri bambini e se qualcosa non vi sembra normale portateli subito all’ospedale.”

https://www.facebook.com/TheScottishDailyRecord/posts/2087722591257614

 

Per fortuna Harper si è ripresa completamente ed è perfettamente in salute, ma la situazione avrebbe potuto essere molto peggiore. Grazie al cielo Kirsti e Christopher hanno agito subito non appena hanno capito che qualcosa non andava e i dottori in ospedale sono riusciti a salvarla.

Voi sapevate del pericolo che corrono i bambini se rimangono troppo tempo sul seggiolino per la macchina? Condividete questa storia e diffondete le informazioni con famiglia e amici. Potreste salvare una vita!