Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Dipendente di Home Depot salva la vita di una bambina – 1 mese dopo la lettera del suo capo lo lascia letteralmente senza parole

La maggior parte dei dirigenti si aspetta che i loro dipendenti siano persone buone ed oneste. Ma il capo di Dillon Reagan, dipendente della catena Home Depot a Portland, in Oregon, Stati Uniti, non la vede esattamente così.

Dillon, trentadue anni, è stato licenziato per aver aiutato la polizia a salvare la vita di una bambina, scrive KGW.

Era il solito giorno di lavoro quando il collega di Dillon Reagan si è avvicinato a lui freneticamente nell’area del noleggio di attrezzi del negozio. Dillon seguì fuori il suo collega e sentì una donna urlare: “Qualcuno mi aiuti, per favore, vuole rubare la mia bambina, sta rapendo mia figlia!”

Dillon e il suo collega hanno agito il più velocemente possibile. Hanno chiamato la polizia e poi hanno inseguito il rapitore a piedi, come gli ha suggerito la polizia. Solo 10 minuti più tardi, la polizia è arrivata e la bambina è stata riunita con sua madre. Dillon e il suo collega sono stati lodati sia dalla polizia che dalle loro famiglie per il loro gesto coraggioso.

Facebook

Ma il capo di Dillon non era così felice per questo gesto coraggioso. Subito dopo l’incidente, il capo di Dillon lo ha rimproverato.

Ha detto:” Hai fatto la cosa sbagliata, avresti dovuto continuare a lavorare” ha dichiarato Dillon a KGW.

Tuttavia, la brutta situazione era solo all’inizio. Un mese dopo, Dillon ha ricevuto una lettera che diceva che era stato licenziato. Non aveva seguito il regolamento interno dell’azienda.

Fuck you, Home Depot!

تم نشره بواسطة ‏‎Dillon Reagan‎‏ في 3 يوليو، 2017

 

Dopo che Dillon ha postato la lettera su Facebook e i giornalisti hanno investigato sul caso, Home Depot ha risposto che Dillon aveva violato il regolamento aziendale due volte nello stesso mese. La prima volta è stata quando aveva offeso un suo collega.

Il popolo del web ha reagito con molta rabbia a ciò. Decine di migliaia di persone hanno manifestato la loro rabbia perché Dillon è stato licenziato per aver fatto la cosa giusta. Viste le numerose proteste scoppiate in rete per il caso, Home Depot ha cambiato idea e ha offerto a Dillon di riassumerlo nel suo vecchio posto di lavoro. Dillon in un primo momento ha rifiutato, ma in seguito ha accettato l’offerta, scrive KGW.

Facebook

Oggi, Dillon non ha rimpianti per il suo gesto di coraggio.

“Dovremmo fare sempre la cosa giusta, a prescindere dal regolamento aziendale”, dice Dillon.

Anche noi siamo d’accordo con Dillon e supportiamo il suo gesto di coraggio. Condividi questo articolo per dimostrare che la generosità e il coraggio vengono sempre prima dei regolamenti aziendali.