Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Donna costretta a partorire sul pavimento dell’ospedale, le foto tolgono il fiato (Attenzione: contenuto esplicito)

La mamma Jes Hogan di recente ha condiviso la sua storia, una storia che verrà ricordata per sempre grazie alle foto della fotografa professionista Tammy Karin, per Little Leapling Photography.

Per il piccolo Max era ormai giunto il momento di uscire dalla pancia della mamma. Dopo giorni di attesa dopo lo scadere del tempo, Jes ha iniziato a preoccuparsi.

Quando poi Max ha improvvisamente deciso di fare la sua comparsa, i genitori sono andati in panico: “Oh mio Dio, non riusciremo ad arrivare in ospedale in tempo. Il bambino nascerà a casa,” ha pensato Jes.

Suo marito Travis però era pronto ad aiutare sua moglie a salire in macchina. Sono arrivati in ospedale in solo qualche minuto. Jes ha avuto l’opportunità di contattare Tammy, la sua fotografa, per dirle che era giunto il momento.

“Mentre ci avvicinavamo all’ospedale ho iniziato a urlare che il bambino stava nascendo,” ha ricordato Jes, ed ha continuato:

“Travis ha iniziato a suonare il clacson mentre io urlavo per le contrazioni ed è riuscito ad entrare nel vialetto del pronto soccorso.”

All’inizio non c’era nessuno che potesse aiutarli. Tammy è arrivata appena in tempo per catturare quel momento drammatico.

“Tammy ha detto alla receptionist che stavo davvero avendo il bambino proprio in quel momento e che doveva sbrigarsi e aiutarci. Apparentemente però lei non ha capito subito l’urgenza della cosa.”

“Oddio, sta nascendo!” sono state le prime parole di Jes.

“Ho iniziato a togliermi i pantaloni perché sentivo uscire la testa del bambino, potevo toccarla con la mano. Ho guardato mio marito e gli ho urlato: ‘Travis, prendilo!'”

“Lui lo ha fatto senza esitare e io ho sentito il mio corpo che involontariamente spingeva fuori anche il resto del corpicino.”

Tutto questo è successo sul pavimento del pronto soccorso e Tammy scattava foto freneticamente.

Le sue foto mostrano quanto fosse drammatica la situazione e come le infermiere siano arrivate all’ultimo secondo proprio mentre il piccolo Max stava nascendo.

“È stato il mio parto più pazzo di tutti, ma anche il più perfetto. Non era assolutamente ciò che avevo pianificato, ma è finito tutto bene, con un bambino in salute e tante persone al nostro fianco. È stato bellissimo e me lo ricorderò per sempre!”

Qui sotto puoi vedere le fotografie scattate da Tammy.

ATTENZIONE: contenuto esplicito.

“Ho guardato mio marito e gli ho urlato: ‘Travis, prendilo!'”

Ecco la scena che ha visto l’infermiera quando Jes è arrivata in ospedale.

“Ho sentito il mio corpo che involontariamente spingeva fuori anche il resto del corpicino,” ha raccontato la mamma.

“A quel punto sono arrivate le infermiere, mi hanno aiutata a stendermi e il mio corpo ha iniziato a spingere ancora.”

“L’infermiera ha delicatamente tolto il cordone ombelicale che era stretto attorno al collo del bambino che ormai era quasi nato del tutto.”

“È nato!!”

Il piccolo Maxwell è nato sul pavimento proprio all’ingresso del pronto soccorso alle 3:38 del mattino.

La fotografa di Jes, Tammy Karin, era lì per catturare ogni istante.

“Nostro figlio ha pianto un attimo e poi si è calmato.”

“È stato il mio parto più pazzo di tutti, ma anche il più perfetto.”

“Non era assolutamente ciò che avevo pianificato, ma è finito tutto bene, con un bambino in salute e tante persone al nostro fianco.”

“Il nostro piccolo, il nostro ultimo figlio e l’unico maschio. Il parto più veloce di tutti. Non sembra vero.”

Le bambine sono state felicissime di dare il benvenuto al fratellino.

“Le nostre meravigliose 5 figlie hanno conosciuto subito il loro fratellino.”

“È stato bellissimo e me lo ricorderò per sempre!”

Foto: Instagram / Facebook LittleLeapling

Avete anche voi una storia di parto particolare da raccontare? Fateci sapere come la pensate nei commenti e non dimenticate di condividere l’articolo se pensate anche voi che queste foto siano meravigliose!