Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Dottore preso in giro dai colleghi per essersi scritto il nome in fronte – dopo l’operazione capiscono la sua genialità

Non è sempre semplice ricordarsi il nome delle persone appena conosciute. Immaginate che le persone che incontrate di solito siano dottori che indossano mascherine che gli coprono metà del viso.

Questo pensiero ha dato un’idea al dottor Rob Hackett – nonostante i suoi colleghi all’inizio lo abbiano preso in giro per questo.

Ma dopo averla provata, i colleghi hanno capito quanto fosse potente la sua idea – e hanno agito subito.

Il dottor Rob Hackett lavora in diversi ospedali di Sydney, in Australia.

Siccome non ha soltanto un luogo di lavoro, Rob si strugge per ricordarsi i nomi di tutti – e dato che i suoi colleghi indossano spesso la mascherina, è anche più difficile.

Twitter/Rob Hackett

È così che Rob ha avuto quest’idea geniale: si è scritto il nome in fronte sulla cuffia così che tutti sapessero chi fosse.

All’inizio nessuno ha seguito le sue orme. Anzi, lo prendevano in giro e gli domandavano se facesse fatica a ricordare il suo nome. Ma Rob non si è arreso. Perché sapeva che la sua semplice idea aveva il potere di salvare delle vite.

Dopotutto i dottori lavorano in condizioni molto stressanti in cui anche solo pochi secondi possono fare la differenza tra la vita e la morte.

“Venerdì scorso sono andato in una sala operatoria per un arresto cardiaco e c’erano circa 20 persone. Ho fatto difficoltà anche a chiedere che mi passassero i guanti perché la persona a cui mi riferivo pensava mi riferissi a quella dietro di lui,” ha raccontato Rob al Sydney Morning Herald.

Twitter/Rob Hackett

Il potere di salvare delle vite

Scriversi il nome in fronte in sala operatoria è un modo semplice per risparmiare secondi preziosi. Invece di indicare una persona per chiedere uno strumento, si può semplicemente chiamarla per nome.

Nonostante per i suoi colleghi debba essere stato divertente prenderlo in giro, Rob ha avuto la sua vendetta quando invece hanno provato l’idea anche altri dottori. E hanno risparmiato del tempo mentre tentavano di salvare delle vite.

Twitter/Rob Hackett

Rob ha lanciato una campagna su Twitter per incoraggiare il personale di altri ospedali a prendere questa iniziativa. E ha messo l’accento su due punti:

• Fatelo e introdurrete una soluzione semplice per migliorare le cure e i risultati sui pazienti.

• Fatelo e dimostrerete quanto la sanità, le istituzioni, le strutture e le culture siano resistenti al cambiamento e al miglioramento.

Twitter/Rob Hackett

Da quando il dottore ha iniziato la campagna, infermieri e dottori di tutto il mondo hanno iniziato a scriversi il nome in fronte.

Persone come Rob hanno aiutato a rendere migliore la sanità – e in particolare hanno migliorato le possibilità di salvare una vita. Un nome alla volta.

Questa fantastica iniziativa merita di essere festeggiata. Per favore condividi l’articolo così che possa essere visto da altre persone che lavorano negli ospedali. Può far risparmiare secondi importanti – e salvare delle vite!