Fotografo di matrimoni ferma il matrimonio infantile – grida allo sposo e lo picchia

Lui è Onur Albayrak. È un fotografo specializzato in matrimoni che scatta fotografie stupende alle coppie del suo paese natale, la Turchia.

Un giorno però è andato a un matrimonio a Malatya, nell’est della Turchia, ed è rimasto scioccato nello scoprire che la sposa era soltanto una bambina, ha detto Reuters.

Kafamda deli sorular…

Posted by Onur Albayrak on Sunday, 18 February 2018

 

All’altare, Onur era così scioccato che ha dichiarato di non poter scattare fotografie di una bambina in abito da sposa. Poi ha tentato di fermare il matrimonio.

“Ho visto la sposa per la prima volta al matrimonio. Era una bambina e ho sentito la sua paura, stava tremando,” ha scritto Onur su Facebook.

Ha provato ad andarsene ma è stato fermato dallo sposo. Poi la situazione si è aggravata e Onur ha finito col rompere il naso allo sposo.

“Vorrei che non fosse mai successo, però è successo. E se qualcuno mi chiedesse se lo rifarei, risponderei di sì. Le spose bambine sono vittime di abusi come tanti altri bambini, e niente su questa terra potrebbe farmi fotografare una bambina in abito da sposa,” ha scritto Onur su Facebook.

In Turchia l’età minima per sposarsi è 18 anni, ma nonostante questo esiste ancora il matrimonio infantile. Uomini che sposano minori rischiano il carcere, ma la Turchia continua ad avere la percentuale più alta di matrimoni infantili d’Europa, ha detto Reuters.

Yasmeen Hassan, direttrice capo della campagna Equality Now che si occupa di portare in luce questo problema, ha descritto le azioni di Onur come epiche.

“Andrebbe incoronato come un eroe, ci servono più persone come lui, ha detto Yasmeen Hassan alla Thomson Reuters Foundation.

Ora spera che lo sposo venga portato in tribunale.

Solitamente crediamo che la violenza non sia la risposta giusta, ma probabilmente in questo caso di può fare un’eccezione. Onur è un vero eroe e le sue azioni coraggiose meritano tutti i nostri elogi.

Sono gli eroi come lui ad essere in prima linea per fermare la crudele pratica del matrimonio infantile. Condividete questo articolo per omaggiare questo bravissimo fotografo!