Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Giovane ragazza è in aereo con un uomo che la controlla – Così l’assistente di volo in segreto le da un biglietto.

Shelia Fedrick ha lavorato come assistente di volo per molti anni ed è abituata a trattare con situazioni pericolose che possono sorgere durante il volo.

Eppure, ha recentemente affrontato qualcosa che non avrebbe mai potuto immaginare.

Shelia ha notato un’adolescente salire sull’aereo in compagnia di un uomo più anziano. L’uomo era ben vestito e sembrava stesse bene, al contrario dell’adolescente che non sembrava stesse molto bene.

“Qualcosa nella mia mente mi ha detto che qualcosa non andava”, ha detto Shelia WTSP News.

“Era ben vestito, questo è ciò che mi ha fatto pensare, perché mi sono chiesta come mai lui è ben vestito e lei è in disordine e di malumore?”, ha aggiunto.

Quando Shelia ha parlato con la ragazza, è stato l’uomo a rispondere al suo posto. Era ovvio che avesse il pieno controllo.

Shelia ha quindi sussurrato alla ragazza di andare al bagno – dove aveva lasciato un biglietto vicino allo specchio.

Quando Shelia andò in bagno dopo di lei qualche minuto dopo, ha scoperto uno spaventoso biglietto di risposta dalla ragazza: “Ho bisogno di aiuto”, è stato scritto sul retro.

Shelia ha tempestivamente informato il pilota della situazione di emergenza e quando l’aereo è atterrato, la polizia era già pronta a catturare l’uomo.

La ragazza, di circa quattordici anni di età, è stata presa in custodia delle autorità. Shelia le ha poi dato il suo numero di telefono e la ragazza molto grata l’ha salvato e ha chiamato Shelia un paio di settimane più tardi per ringraziarla per il suo intervento.

Si è scoperto che l’adolescente è stata vittima di tratta di esseri umani.

Shelia ha ora deciso di condividere la sua storia per aiutare e formare altri assistenti di volo per rilevare segni di traffico di esseri umani.

L’ONU stima che circa 1,2 milioni di bambini ogni anno sono vittime di tratta. Il traffico di esseri umani è la terza attività criminale al mondo, dopo la droga e le armi.

Sia ragazzi sia ragazze sono sessualmente sfruttate o, per esempio, come manodopera a basso costo o soldati, oppure sono costretti a commettere furti, mendicare o trafficare stupefacenti – e tutto questo, non lo possiamo accettare.

Per favore condividete la storia di Shelia Fedrick  per dare a questa eroina il meritato riconoscimento per la sua pronta reazione!

 

Leggi di più su...