Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

La moglie di Robin Williams ha rivelato le ultime parole del suo defunto marito

Sono ormai passati più di 3 anni da quando Robin Williams si è tragicamente tolto la vita.

Fan in tutto il mondo hanno pianto la sua morte e in molti credevano che dietro di essa ci fossero depressione e abuso di droghe.

Invece quella morte nascondeva qualcos’altro.

Nella sua prima intervista dalla morte del marito, la vedova dell’attore Susan Schneider Williams ha deciso di rivelare la verità dietro la sua morte.

YouTube

Nel commovente video qui sotto, Susan ricorda le ultime tre parole che il marito le ha detto prima di uccidersi.

Robin aveva combattuto a lungo con una forma di demenza chiamata demenza da corpi di Lewy (o DLB) prima che morisse nell’agosto del 2014.

Nell’intervista Susan ha detto: “La demenza da corpi di Lewy ha ucciso Robin. È questo ciò che ha preso la sua vita. La depressione era solo una piccola fetta di quella torta rispetto a ciò che stava passando… ciò che lo ha colpito ancora più della depressione è stata l’ansia. L’ansia era davvero enorme.”

I dottori gli avevano dato 3 anni di vita e quella vita non sarebbe di certo stata facile come una camminata al parco…

YouTube

Prima di morire Robin ha combattuto contro depressione, ansia e paranoia.

Solo una settimana prima della sua morte, l’attore aveva pianificato di andare a fare degli esami neurocognitivi.

Nel video vediamo Susan che ricorda l’ultima conversazione con suo marito.

Robin è entrato nella stanza e le ha chiesto se volesse un massaggio ai piedi.

YouTube

Susan però non sapeva cosa sarebbe successo e gli ha detto di no.

Non dimenticherà mai il suo sguardo e i suoi occhi tristi.

Poi è andato via. Ma è tornato nella stanza un paio di volte e le ha detto “Buonanotte amore” e anche lei ha risposto “Buonanotte amore”.

Quelle sono state le loro ultime parole, quelle che lui ha detto a lei e quelle che lei ha detto a lui.

YouTube

L’anniversario della sua morte sarà sempre un giorno molto triste. Probabilmente però ha preferito non attraversare l’inferno che lo aspettava con il progredire della malattia.

È sempre molto triste quando una persona si toglie la vita. A volte però se ne comprende il motivo, nonostante io pensi che una persona non dovrebbe mai arrivare a quel punto. C’è sempre una speranza, anche quando la vita sembra non averne più…

Se tu o qualcuno a te vicino soffrite di depressione ed avete tendenze suicide, contattate il medico e fatevi aiutare.

Condividi questo articolo con i tuoi amici su Facebook se anche tu amavi Robin Williams e i suoi fantastici personaggi.

Mrs. Doubtfire è assolutamente la mia preferita!