Lettera suicida scritta a mano di Elvis trovata dopo 40 anni – le parole mi hanno spezzato il cuore

La morte di Elvis Presley ha confuso i fan in tutto il mondo per 40 anni.

Ancora oggi dobbiamo tirare ad indovinare quale sia la ragione esatta dietro la prematura morte del Re. Il cantante aveva solo 42 anni e ha lasciato un’eredità musicale che praticamente non riesce ad eguagliare nessuno.

Ora, un nuovo documentario intitolato Elvis Presley: The searcher è andato in onda su HBO. Nel documentario, la ex moglie di Elvis Priscilla Presley, afferma che l’icona del rock voleva uccidersi ingoiando una grande dose di antidolorifici. In più, stando a quanto detto dal Daily Mirror, ci sono dei biglietti scritti a mano dallo stesso Elvis che sembrano confermare questa ipotesi.

Il mondo è stato stravolto dalla morte di Elvis il 16 agosto 1977. Con canzoni come Can’t Help Falling in Love, Jailhouse Rock, Hound Dog e Burning Love non c’è da meravigliarsi che il re fosse l’eroe musicale delle masse. Avendo venduto un miliardo di dischi, è una delle figure più famose del ventesimo secolo.

È chiaro che si sia fatto strada nei cuori delle persone.

Elvis è morto per un attacco cardiaco

La causa della morte di Elvis è stata un attacco cardiaco, che molti credono abbia avuto a che fare con il suo abuso di medicinali. È stato trovato nel bagno di casa sua dalla fidanzata del tempo, Ginger Alden.

Inoltre, nel corso degli anni si è parlato moltissimo della morte del Re. Il fatto che la famiglia desiderasse tenere i rapporti dell’autopsia privati, non è riuscito a placare le teorie di cospirazione che si chiedevano se inizialmente fosse morto oppure no.

Tuttavia, in un nuovo documentario di HBO, persone a lui vicine affermano che la sua morte fosse intenzionale… e forse messa in atto proprio da lui stesso.

L’affermazione di Priscilla

Nel documentario, la sua ex moglie Priscilla ha suggerito che l’uomo potrebbe aver cospirato per mettere fine alla propria vita.

Della sua battaglia contro le droghe, la donna ha detto: “Lui sapeva cosa stava facendo, ma le persone dicevano: ‘Perché non fa niente nessuno?’. Beh, non è vero.

Le persone all’interno del gruppo hanno fatto qualcosa, ma a Elvis non si diceva cosa fare. Venivano tutti cacciati più velocemente di un gatto. Ci hanno provato, ma niente da fare.”

La relazione

Tra tutte le persone, forse Priscilla è la migliore per parlare della vita di Elvis. Dopotutto, lei ha vissuto con lui dal 1967 al 1973 e la coppia ha avuto una figlia insieme, Lisa Marie. Inoltre hanno continuato ad essere amici dopo la fine del matrimonio.

Secondo Priscilla, è stato il servizio militare in Germania Ovest ad aver iniziato Elvis alle droghe.

“Ai soldati laggiù davano delle cose per tenerli svegli,” ha detto Priscilla.

Priscilla Presley to appear at #sxsw2018 to talk about the new Elvis documentary, #ElvisPresley: The Searcher, which premieres on April 14 on HBO

Posted by Elvis Presley News on Friday, 12 January 2018

 

La lettera scritta a mano

Il documentario di HBO ha detto anche che di recente sono state trovate due lettere scritte a mano da Elvis. Le persone a lui vicine stanno tentando di dimostrare che le lettere sono una prova che l’uomo ha cospirato per porre fine alla sua vita.

“Secondo me sono un indizio che aveva in mente di suicidarsi,” ha detto il suo fratellastro Rick Stanley.

Nel documentario viene spiegato cosa c’è scritto nei biglietti, indirizzati al caro amico ed ex manager Joe Esposito.

Pare ci sia scritto anche qualcosa come: “Sono stanco della mia vita” e “Mi serve un lunghissimo riposo”.

Il nuovo documentario

Qui sotto il trailer del nuovo documentario di HBO sulla vita di Elvis.

Quale modo migliore di concludere questa notizia ascoltando un classico di Elvis? Condividi questa storia e scopri qual è la canzone di Elvis preferita dai tuoi amici!