Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Mamma ‘muore’ durante il parto – allora il padre sussurra 2 parole in un orecchio e impallidisce

Doug e Melanie Pritchard si aspettavano un parto facile per il loro secondo figlio.

La gravidanza di Melanie era progredita proprio come doveva, ma quando è arrivata in ospedale, tutto è cambiato.

Melanie ha detto ad una delle ostetriche che qualcosa sembrava sbagliato, mentre lei era in attesa di partorire la sua bambina. Le girava la testa e aveva nausee. I medici hanno cercato di scoprire che cosa c’era, ma non trovavano nulla.

Dopo di che, tutto è successo in fretta. La salute di Melanie è precipitata drammaticamente e ogni monitor e lo schermo nella stanza hanno cominciato a suonare freneticamente. Il cuore di Melanie si era fermato.

La mamma aveva subito un’embolia di liquido amniotico, che è una rara emergenza nel parto. Succede circa 1 volta ogni 80.000 nascite. Si ritiene che sia causata dal liquido amniotico che entrano in contatto con le cellule del sangue della mamma e la circolazione.

Il liquido amniotico contiene molti albumi e particelle che, quando finiscono nel sangue della madre, si ritiene di provochino una reazione incredibilmente veloce e improvvisa che si è verificato in Melanie.

Melanie ha ricevuto delle cure d’emergenza e il suo bambino è nato con successo tramite cesareo. Ma Melanie non ce l’ha fatta. Lei è stata dichiarata morta ed i membri della famiglia sono venuti a dire addio alla loro  amata mamma, moglie e figlia. Ma 24 ore dopo, è successo qualcosa che ha sconvolto tutti.

Doug e Melanie Pritchard erano stati felicemente sposati da tre anni quando hanno scoperto che avrebbero esteso la loro famiglia.

Ma durante il parto, tutto è andato storto. Melanie è stata colpito da un embolia di liquido amniotico ed ha smesso di respirare. Anche se i medici precipitarono la mamma in sala operatoria, non sono riusciti a riportare Melanie in vita.

Il suo cuore ha smesso di battere ed è stata dichiarata clinicamente morta. I medici hanno detto che Melanie aveva bisogno di un cuore o un trapianto di polmone e che, anche se fosse sopravvissuta, avrebbe probabilmente avuto il cervello danneggiato per il resto della sua vita. Alla fine sono riusciti a portare Melanie in vita, ma la situazione sembrava desolante.

“Mia moglie era clinicamente morta quando è nata mia figlia”, dice il marito Doug. “Il mio primo pensiero è stato che stavo per diventare vedovo”

I medici hanno detto a Doug di prepararsi a dire addio a sua moglie. Questo è quando si chinò sulla moglie per darle un ultimo bacio di addio.

“Se hai ancora la forza di lottare, inizia a combattere!” Sussurrò a Melanie.

E sembra che quelle poche parole hanno dato a Melanie la forza di cui aveva bisogno. Quasi 24 ore dopo Melanie ha riperso conoscenza e riaprì gli occhi. Doug le mostrò una foto della loro figlia, Gabriella, che era sopravvissuta contro ogni pronostico, mentre Melanie ha combattuto per la sua vita. E ‘difficile immaginare la gioia che questa coppia deve aver sentito.

Poche ore dopo, Melanie era in grado di respirare da sola. Nonostante quello che i medici avevano pensato, non aveva bisogno di un trapianto. è anche riuscita a recuperare senza farmaci. Entro una settimana, era miracolosamente in grado di tornare alla sua famiglia.

“Il suo recupero è stato un miracolo. Il fatto che lei è viva è un miracolo “, afferma Doug.

Non è un miracolo che Melanie è sopravvissuta a questo ed ha recuperato completmente? Aiutaci a mandare le nostre congratulazioni e lei e la sua famiglia con tutto il meglio per il futuro!

Condividi se pensi che i miracoli accadono a coloro che credono in loro stessi e per inviare i tuoi auguri a questa bella famiglia!

 

Leggi di più su...