Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Neonata viene trovata abbandonata nei boschi – salvata all’ultimo momento da una guardia di sicurezza

Per la maggior parte delle donne diventare madre è un’esperienza gratificante e gioiosa. Purtroppo, non tutte la pensano così. Questo a volte porta molte donne che sono appena diventate madri a compiere degli atti scellerati dopo la nascita del loro piccolo.

Denis Saranzev lavora come guardia di sicurezza in una fabbrica in Russia. Ogni giorno è in pattuglia per assicurarsi che nei dintorni dello stabilimento vada tutto bene.

Un giorno stava facendo la sua ronda giornaliera, quando improvvisamente sentì un suono strano. Pensò di sentire un bambino che piangeva nei boschi e decise di verificare se ciò che sentiva fosse vero.

Facebook/ZarinaAnwar

L’uomo seguì il suono, che lo portò in un fosso. Tra il fango e l’immondizia, notò un piccolo braccio che sporgeva. Ha spostato la spazzatura da un lato e ha visto quello che sembrava essere un sacchetto di plastica chiuso. Lo ha aperto e, con grande terrore, ha scoperto una piccola bambina dentro.

Si vedeva che aveva solo pochi giorni.

Era coperta di fango, sporcizia, insetti e formiche. Le formiche le stavano mangiando gli occhi e le camminavano dentro le orecchie. La povera neonata era in uno stato terribile.

È stata immediatamente portata all’ospedale e Denis ha contattato subito la polizia, riferisce URA.ru.

Facebook/ZarinaAnwar

Le formiche erano arrivate in un punto molto profondo delle sue orecchie e i suoi occhi erano pieni di pus. All’ospedale, il personale medico ha stimato che l’età della bambina era di circa cinque giorni. La sua sopravvivenza è stata vista come un miracolo. Fu chiamata Kristina.

Non passò molto tempo prima che la polizia identificasse la madre biologica di Kristina, una 22enne di nome Olesja.

Olesja è stata arrestata. Ha sostenuto di essere stata violentata, ma quando la polizia ha chiesto ulteriori dettagli circa la violenza, alla fine ha detto loro la verità.

Olesja semplicemente non voleva tenere la bambina e l’aveva lasciata nel bosco per morire.

Alla fine, la polizia ha anche identificato il padre biologico della neonata, Andrej. La notizia era finita su tutti i giornali e lui l’aveva letta. Ma non aveva la minima idea che fosse sua figlia.

Facebook/Подвиг: миг, который делает человека героем

L’uomo non aveva idea di essere diventato padre.

Andrej aveva avuto una breve relazione con Olesja. La loro relazione finì quando gli disse che era incinta e che avrebbe abortito. Quella fu l’ultima volta che la vide.

Non appena Andrej ha saputo che si trattava della sua bambina, si precipitò all’ospedale per vederla.

Un test del DNA ha confermato che Kristina era in effetti la figlia di Andrej. Ha deciso di portarla a casa con la sua neo moglie, Tatyana, che è stata molto felice di accoglierla in famiglia.

Olesja ha ricevuto una condanna a 2 anni di detenzione. Alcuni pensano che se la sia cavata troppo facilmente considerando tutte le lesioni che ha causato a un neonato, che per di più era suo figlio.

Kristina ha sicuramente un angelo custode che si è preso cura di lei e l’ha protetta dalla morte. Ora vive con suo padre e la moglie, che le vuole molto bene – molto di più della madre biologica.

Non posso immaginare niente di peggio di coloro che infliggono dolore a un bambino innocente. Fortunatamente questa storia ha avuto un lieto fine.

Se senti o vedi qualcosa che ti può far pensare che un bambino sia stato maltrattato, non esitare a contattare la polizia. È nostro dovere come esseri umani.

Condividi questa storia se anche tu sei d’accordo!