Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Neonato viene dichiarato morto in ospedale: ma andando al funerale il papà sente un rumore che scatena il panico

Quando ci si trova in una delle situazioni più brutte che possiamo immaginare, si può sempre contare sul personale degli ospedali. Io rispetto moltissimo il loro incredibile lavoro.

Questo caso in India però mi ha fatta davvero arrabbiare. Queste cose non dovrebbero mai succedere!

Wikimedia Commons

Il 30 novembre al Max Hospital di Delhi in India sono nati due gemelli.

Purtroppo la bambina non ce l’ha fatta ed è nata morta, invece il fratellino è stato attaccato al respiratore, ha detto The India Times.

Il suo battito cardiaco era irregolare, ma i dottori hanno fatto tutto ciò in loro potere per salvargli la vita.

Max Pixel (il bambino in foto non ha nessuna correlazione con l’articolo)

Purtroppo non sono riusciti a salvarlo e anche lui è stato dichiarato morto.

I genitori avevano il cuore spezzato. I bambini gli sono stati consegnati dentro una busta di plastica, ha scritto The India Times.

Quando Amish, il papà, ha preso i piccoli per poter dare loro un funerale, ha ricevuto uno shock terribile. Ha notato che suo figlio si muoveva dentro la busta.

“L’ha subito aperta e ha scoperto che il bambino respirava,” ha detto lo zio del piccolo a The Epoch Times.

Twitter/ANI

L’ospedale li ha chiamati

Non augurerei quella sensazione neanche al mio peggior nemico. Amish ha subito portato il piccolo in un ospedale nella zona.

Il bambino era in condizioni critiche, ma era vivo. L’ospedale gli ha detto che il piccolo aveva una grave infezione.

“Il mattino seguente ci ha telefonato l’ospedale,” ha detto lo zio.

“Hanno detto che non c’era negligenza da parte loro, invece un funzionario dell’ospedale ci ha detto che era un ‘miracolo della medicina’. Gli abbiamo detto che volevamo delle spiegazioni dai dottori, ma non ci hanno permesso di parlarci.”

Il Max Hospital ha affermato di essere “scosso e preoccupato per quel raro incidente”.

Twitter/Tribune

I dottori sono stati licenziati

Purtroppo il bambino è morto pochi giorni dopo. Dopo quasi una settimana di terapia intensiva, il piccolo è morto il 5 dicembre, stando a quanto ha detto la polizia a The Times of India.

È stata portata avanti un’indagine ed è stato scoperto che l’ospedale non aveva fatto nessun ECG per scoprire se il bambino fosse vivo. Il corpo era stato consegnato ai genitori senza nessuna informazione scritta, ha detto NDTV.

Il ministro della salute indiano Satyendar Jain ha detto che ora l’intero ospedale rischia di perdere la licenza. I due dottori coinvolti sono stati licenziati.

Tuttavia, stando all’ospedale questa “rigida azione” non significa che i dottori abbiano sbagliato qualcosa. Dovrebbe essere invece vista come “un riflesso della nostra responsabilità per standard di cure più elevati.”

Questa è un’enorme tragedia per la famiglia, ma speriamo voglia dire che non accadrà mai più nulla di simile!

Condividi questo articolo su Facebook se pensi anche tu che sia completamente inaccettabile!

 

Leggi di più su...