Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Nonna prende biberon fuori dal frigo ma il latte sembra ‘scuro’ – vede un anello verde e si fa prendere dal panico

A volte, si legge una storia che sembra così malata che non può essere vera. Però lo è.

Mi rende triste sapere che ci sono persone là fuori come questa giovane donna. Ma per fortuna, nessuno è rimasto ferito dal suo piano malvagio.

Leggi la storia completa qui sotto.

Diciannove anni, Sarai Rodriguez-Miranda ha vissuto a casa di sua madre, in Indiana. Un anno fa, al fratello di Sarai serviva un posto dove stare, così lui, la sua fidanzata, e la loro figlia di undici mesi si sono trasferiti lì.

La madre di Sarai ha un cuore grande e ha voluto contribuire,così quando il figlio ci ha messo più di quanto pensasse a trovare un nuovo posto dove vivere, lasciò che lui e la sua famiglia rimanessero un po’ più a lungo. Ma Sarai non era contenta della situazione.

Non le piaceva la famiglia di suo fratello – e, soprattutto, sua nipote.

In qualche modo, la madre di Sarai poteva percepire il suo odio per la bambina. Così nel gennaio 2017, ha deciso di guardare il cellulare di sua figlia per vedere se riusciva a trovare qualche indizio.

E ha visto una conversazione via SMS che l’ha fatta rabbrividire.

Sarai aveva scritto diversi SMS al suo fidanzato di come avrebbe voluto che la bambina di suo fratello fosse morta. Ha anche fatto un piano per uccidere la bambina.

“Spero che muoia”, ha scritto, aggiungendo: “Sì, ho pensato che fosse divertente e non ho un briciolo di senso di colpa.”

Non riesco nemmeno a immaginare come la madre di Sarai deve essersi sentita. Sua figlia voleva sua nipote morta. E ‘al di là di terribile!

Facebook

Agisce subito

la madre di Sarai si rese conto che doveva agire. Sua figlia avrebbe potuto già aver messo in atto il suo piano malvagio. Ha preso le immagini della conversazione via SMS per salvarle come prova e poi è andata al frigorifero dove tenevano i biberon pieni di latte.

C’erano due bottiglie là – e la mamma di Sarai ha notato che uno era più scuro rispetto agli altri. Ha anche visto che un anello verde si era formato sul fondo del latte di colore più scuro.

Sospettava che Sarai avesse intenzione di avvelenare la nipote, così ha deciso di portare la bambina in ospedale per accertarsi che stesse bene. Per fortuna, la ragazza non sembra aver consumato quello che era nella bottiglia.

Quando la madre si rese conto che la nipote era fuori pericolo, è andata alla polizia e ha dato loro le immagini degli SMS e un mortaio e pestello della cucina. Sospettava che Sarai avesse usato il loro per schiacciare alcune pillole e mescolarle nel latte.

In laboratorio i risultati hanno rivelato che il mortaio e pestello erano stati utilizzati per schiacciare un gran numero di compresse per l’emicrania. La quantità di farmaco contenuto nella bottiglia era pari a nove tavolette e avrebbe potuto uccidere un adulto.

Quando Sarai si rese conto che la madre aveva detto alla polizia del tentativo di avvelenamento, è scappata da casa.

Sarai è riuscita a eludere la polizia per nove mesi, ma è stata finalmente trovata. Il 28 settembre, Sarai è stata arrestata in Michigan con l’accusa di tentato omicidio.

Sono contenta che  la mamma di Sarai ha scoperto il suo piano prima che fosse troppo tardi e che ora, Sarai può essere punita. Questa è una storia estremamente tragica e capisco la madre, che ha fatto di tutto per proteggere la sua nipotina, anche se è stata costretta a girare le spalle a sua figlia. Questa madre è un vero eroe!

 

Leggi di più su...