Politico difende il figlio arrestato per aver stuprato dodicenne, accusandola di avere “un corpo da donna”

Una ragazzina di 12 anni ha subito il trauma di essere stuprata, qualcosa che ricorderà per il resto della sua vita. Eppure, il padre dello stupratore ha affermato che “è sempre l’uomo a pagare” in queste situazioni.


Ivan Roca, politico di destra del Cile, è stato preso di mira per aver puntato il dito contro tutti. Ma non su suo figlio di 33 anni, Jurgen Roca Agayo, in custodia con l’accusa di aver stuprato una bambina.


Roca si è rivolto a Facebook per difendere il figlio. Ha affermato che non è stata colpa sua perché quella bambina “ha un corpo da donna” e il suo post è diventato virale, ha scritto The Sun.


Ha inoltre affermato che i genitori di questo tipo di bambine vanno incolpati per gli uomini come suo figlio che vengono messi dietro le sbarre.

Per evitare certe “tragedie di famiglia”, il bigotto ha detto che i genitori con figlie piccole “devono controllarle” e accompagnarle quando escono. Se i genitori non lo fanno, sono irresponsabili e fanno pessime scelte, ha detto il politico cileno.

Fury at Chilean politician for DEFENDING his 33-year-old son who raped a 12-year-old girl and blaming the victim's '…

Posted by Schengen Story News on Tuesday, February 16, 2021

Quando il padre dello stupratore ha notato di essere stato preso di mira per le sue affermazioni oltraggiose, ha detto che “è un peccato che siano sempre gli uomini a pagare”.


Le orribili affermazioni fatte dal consigliere sudamericano hanno attirato tantissime attenzioni e hanno fatto sì che parlassero anche altri leader del paese.


“Come funzionario ha una responsabilità pubblica e le sue affermazioni sono inaccettabili,” ha risposto la ex vice presidente di UDI, Isabel Pia Jarufe, alle affermazioni dell’ex collega. “Ha provato a far passare suo figlio di 33 anni come la vittima in un caso in cui è stata stuprata una bambina di 12 anni.”


Nel flebile tentativo di chiarire le sue affermazioni, il politico ha dichiarato che le sue parole “sono state estrapolate dal contesto”. Mentre affrontava la pressione del pubblico e dei politici, Roca ha tentato di dire che non intendeva dire che i genitori debbano “controllare” i loro figli. Ha affermato che intendeva dire che le ragazzine andrebbero “guidate” dai loro genitori.

Come se non avesse detto abbastanza, il politico ha continuato a indicare suo figlio come la vittima durante un’intervista. “È una vergogna ciò che è successo a mio figlio,” ha detto Roca a Eldesconcierto, come riportato dal Daily Mail.


L’indagine è ancora in corso e il figlio di Roca rimane in custodia in attesa del processo.


“Sono andato a fargli visita in carcere ed era pieno di uomini giovani come lui, detenuti perché sono stati con dei minori senza pensare alle conseguenze. Ciò mi sembra molto sbagliato, indipendentemente dal fatto che il minore potesse sembrare più grande oppure no.”

Ha mostrato zero rimorsi e non si è scusato per le sue orribili affermazioni. Poi il politico ha di nuovo provato a suggerire che sono i genitori delle ragazzine ad essere colpevoli. Ha messo in dubbio i genitori perché permettono alle loro figlie di incontrare uomini più grandi e ha suggerito che sono i responsabili se i loro figli si comportano “in modo irresponsabile”.


Indicando di nuovo i criminali sessuali come le vittime, il politico ha aggiunto: “È solo l’uomo a pagare il prezzo per il crimine perché è lui che va in prigione”.

Ora potete seguirci su Instagram, per tante foto, video e contenuti in più!