Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Ragazza sulla strada corre verso la macchina di un uomo – quando la vede lui chiama la polizia

Alcune persone credono che tutto sia una coincidenza e che il destino sia qualcosa di costruito.

Tutti sono liberi di credere ciò che vogliono, in fondo chi può dire quale sia la verità…

Personalmente io credo che tutto succeda per un motivo. Una persona che potrebbe essere d’accordo con me è Earl Melchert di Alexandria, Minnesota.

Un giorno dopo essere uscito da casa ha ricordato di essersi dimenticato qualcosa ed ha deciso di fare inversione per tornare a prenderla.

Tornando indietro, all’improvviso ha visto una ragazza che correva verso di lui.

Ma non era una ragazza qualunque: Earl l’ha riconosciuta da una pubblicità sulle persone scomparse.

In quello che sembrava un normale giorno di settembre del 2017, mentre guidava per andare al lavoro, Earl Melchert ha ricordato di essersi dimenticato qualcosa a casa. Infastidito, ha fatto inversione ed è tornato indietro.

Ma quella decisione avrebbe significato molto più che semplicemente tornare indietro a prendere qualcosa.

Lungo la strada ha visto qualcosa muoversi velocemente verso di lui. All’inizio pensava fosse un cerbiatto, ma più si avvicinava più capiva che era un essere umano. Inoltre sembrava che quella persona stesse correndo per salvarsi la vita, dice CBS Minnesota.

Ragazza scomparsa

Più la persona si avvicinava alla sua macchina, più Earl riusciva a vedere che era una giovane ragazza. Ma non era una ragazza qualunque: Earl l’ha riconosciuta dalle pubblicità sulle persone scomparse tutte attorno alla città.

Non ci è voluto molto prima che capisse che era proprio lei, Jasmine Block, di 15 anni, scomparsa dal 9 agosto e cioè quasi un mese.

Facebook/Missing Angels Org

La fuga

Dal suo sguardo, si poteva dedurre che la ragazza era chiaramente terrorizzata e stava fuggendo da qualcosa o da qualcuno. Era sudata, stressata e isterica.

In seguito è stato rivelato che era stata rapita e tenuta prigioniera per tutto quel tempo. Aveva subito abusi sessuali e fisici in una casa pignorata, rendendo difficile trovarla.

Quando Earl l’ha trovata, era riuscita a scappare mentre i suoi rapitori l’avevano lasciata sola per andare al negozio.

A quel punto Jasmine è letteralmente corsa fuori dalla casa più veloce che poteva. Si è poi buttata in un lago lì vicino, ha nuotato fino all’altra riva e si è poi trovata proprio sulla strada in cui stava passando Earl.

La ricerca

I rapitori una volta tornati a casa devono essersi accorti che lei non c’era più ed essersi dati da fare per trovarla, infatti CBS Minnesota dice che tre uomini violenti sono arrivati da quelle parti quando lei era già vicina alla macchina di Earl.

Quando lui ha capito quanto fosse seria la situazione le ha detto di salire, ha chiamato la polizia ed è partito a tutta velocità.

Fortunatamente in seguito Earl è riuscito ad identificarli e grazie a lui i tre uomini sono stati trovati e arrestati e attualmente sono trattenuti per sospetto rapimento e abuso di minore.

Earl è stato ringraziato dalla polizia locale e gli è stato offerto un riscatto per averla ritrovata. Jasmine adesso è in salvo.

 

Se quel giorno Earl non avesse dimenticato qualcosa a casa e non fosse tornato indietro, non avrebbe incontrato Jasmine. Se non l’avesse fatta salire sulla sua macchina e non avesse chiamato la polizia i rapitori avrebbero potuto riacciuffarla.

Che sia destino o coincidenza decidetelo voi, ma io dico: gli eroi come Earl meritano tutti gli elogi del mondo. Per favore condividi per onorarlo.