Tweet about this on Twitter Pin on Pinterest Share on Facebook

Venticinquenne viene attaccata – picchia l’uomo che ha cercato di violentarla

Taela Davis è stata attaccata da uno sconosciuto in pieno giorno nei pressi di la sua casa a Melbourne, Australia.

Il ragazzo la colpì così forte che cadde a terra. Poi, è saltato su di lei e cercava di toglierle la camicia.

Ma ciò che lo stupratore non sapeva era che Taela aveva praticato Karate per 15 anni ed era una cintura nera di secondo grado.

L’evento ha avuto luogo nel maggio 2015, ma stiamo scrivendo su di esso ora perché mostra la potenza di apprendimento delle competenze di auto-difesa.

Taela, allora 25 anni, era distesa lì per terra, con l’uomo su di lei. Improvvisamente, sentì la scarica di adrenalina ed ha deciso che doveva uscire da lì viva.

“Ho pensato ‘io non voglio essere un altro dato statistico di una femmina che viene attaccata quando è fuori casa’ edho preso la decisione di combattere”, ha detto al Daily Maill’ Australia.

Taela è riuscita a liberare una delle sue gambe ed ha preso a calci l’uomo e gli fece perdere l’equilibrio. Poi, Taela ha realizzato che il ragazzo non aveva intenzione di rinunciare e la sua unica speranza era quella di cercare di fargli male, per quanto possibile.

“Gli ho dato un pugno in faccia e gli è uscito il sangue dal naso, ma non ha davvero fatto tanto quanto avevo sperato. Afferrò entrambe e le mie braccia in modo non ho potuto colpire di nuovo così ho finito colpirlo con la mia testa, ed è stato davvero doloroso “, ha detto. “Poi sono riuscita ad ottenere una certa distanza tra noi e ho deciso di dargli una ginocchiata all’inguine e sulle costole più volte.”

Infine, un passante ha notato quello che stava succedendo, e l’uomo, spaventato, corse via.

© Facebook

Taela ha avuto due costole incrinate, un trauma cranico, e un sacco di lividi. Ma se non fosse per il karate, la storia sarebbe potuta finire molto peggio.

Secondo Taela, l’uomo era di circa 5’10” (180 cm) e nei suoi 20 o 30 anni. L’ha attaccata da dietro e lei l’ha sentito venire perché stava ascoltando musica con le cuffie.

Taela scrisse più tardi circa l’evento su Facebook.Nel suo messaggio, ha incoraggiato gli altri a imparare le arti marziali in modo che possano proteggersi.

Sei un’ispirazione, Taela! Ci auguriamo che il ragazzo abbia imparato la lezione e non cerchi mai di far male di nuovo a nessuno!

Si prega di condividere questa storia per incoraggiare più donne a imparare a proteggersi nel caso in cui succeda l’impensabile!