Adolescente in coma dopo che malattia comune non è stata curata

Adolescente entra in coma dopo che una malattia comune non è stata curata – “Stavo per perdere mia figlia”

A volte tendiamo a ignorare disturbi comuni come raffreddori e infezioni, pensando di guarire quando avranno fatto il loro corso. La storia di questa adolescente è simile, ma quello che è successo dopo è stato orribile.

Continuate a leggere per saperne di più su questa storia scioccante.

Katie Sullivan, un’atletica diciottenne che fa la ginnasta e gioca a softball alla Waynesburg University, è rimasta in coma per un mese. I suoi genitori, preoccupati, erano fuori di sé, pensando di perdere la loro amata figlia.

“È stato il momento più terrificante della mia vita. Il momento più terrificante della mia vita al pensiero di perdere mia figlia”, ha ricordato la madre Shannon.

Un mese dopo il coma, la ragazza ne è finalmente uscita. Katie Sullivan ha detto a proposito del suo calvario: “Sono la prova che i miracoli accadono. Mia madre mi dice sempre che sono un miracolo perché i medici le avevano detto che probabilmente non ce l’avrei fatta”. Ha poi aggiunto: “Ho rischiato di perdere la vita. Sono felice di essere qui”, ha detto.

Shutterstock

Il motivo della condizione dell’adolescente era incredibilmente comune: un’infezione del tratto urinario (UTI)! L’infezione alle vie urinarie non è stata trattata e ha portato a conseguenze devastanti.

L’adolescente lamentava un solo sintomo: il dolore alla schiena. Si lamentava del mal di schiena da un mese e sia lei che la sua famiglia associavano il dolore al suo rigoroso allenamento per giocare a softball e a ginnastica.

Stava festeggiando il Natale con la sua famiglia e all’improvviso, pochi giorni dopo, è stata trasportata in volo all’Allegheny General Hospital per una pressione sanguigna estremamente bassa e un battito cardiaco elevato.

In ospedale le è stata diagnosticata un’infezione alle vie urinarie e i medici hanno informato i genitori che la situazione era critica.

Shutterstock

“Quando hanno fatto le analisi, hanno scoperto che aveva un’infezione alle vie urinarie da circa un mese che aveva causato un buco nel rene. Ha provocato un ascesso nel fegato fino al muscolo posteriore e dietro il rene. Era in shock settico”, ha raccontato la madre.

L’hanno messa in coma farmacologico e attaccata a un respiratore per via del gonfiore cerebrale. È stata anche sottoposta a diversi interventi chirurgici.

“È stato incredibilmente spaventoso. Katie non è una che si lamenta molto perché è molto atletica”, ha dichiarato il padre di Katie, Tim Sullivan, ai media quando la figlia è finita in coma.

Le cose sembravano disperate, ma poi la giovane ha iniziato a riprendersi. La madre ha raccontato qualche settimana fa del recupero della figlia: “Oggi per la prima volta le ho chiesto se voleva andare a casa e lei ha scosso la testa in modo affermativo. Poi le hanno chiesto se sentiva dolore e lei ha fatto cenno di no. Le ho detto che se voleva andare a casa doveva alzare il pollice, e l’ha fatto”. Da quando non si muoveva domenica, e ce lo diceva ora per ora, oggi è miracolosa”.

Shutterstock

Sebbene i medici dicano che la strada per il recupero è ancora lunga, i genitori sperano che la loro bambina torni presto a giocare a softball.

Ora Katie è finalmente tornata a casa e si è quasi completamente ripresa. “Ero molto emozionata all’idea di tornare a casa. Non volevo più stare in ospedale. Non ero felice di stare lì. Sono stata lì per troppo tempo”, ha detto.

Ora spera di poter tornare a una vita normale e di poter praticare di nuovo le attività in cui era coinvolta. Ha detto: ”Spero di tornare a Waynesburg il prima possibile, di giocare di nuovo a softball e di riavere la mia vecchia vita”.

Shutterstock

Dopo questo calvario, i suoi genitori hanno un messaggio per tutti. Non ignorate il mal di schiena!

“Anche se pensate che non sia nulla, fatevi controllare. Perché nemmeno in un milione di anni, e io sono un’infermiera professionale, avrei mai pensato che sarebbe stata qui con un’insufficienza renale, intubata e con una diagnosi terribile a 18 anni”, ha detto la madre.

Si tratta di una situazione molto grave a cui pensare. Una cosa comune come un’uretra si è trasformata in un caso di pericolo di vita per questa giovane donna.

Condividete questo articolo per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle IVU, in modo che anche gli altri possano sempre tenersi sotto controllo.

LEGGI DI PIÙ: Dite addio al mal di schiena: questo esercizio scaccia il dolore in un attimo

LEGGI DI PIÙ: Questo esercizio giapponese per il mal di schiena gli ha fatto ridurre il girovita di quasi 12 centimetri in sole 3 settimane